Metro e tram a rischio: domani sciopero Cobas

Previsto un martedì nero per il traffico. Oggi possibile chiusura per asili e uffici dell’anagrafe

Potrebbe essere una giornata difficile, quella di domani, per gli utenti del servizio di trasporto pubblico. I Cobas hanno infatti annunciato uno sciopero nazionale di quattro ore con l’obiettivo di sostenere l’apertura del negoziato per il rinnovo del contratto collettivo nazionale degli autoferrotranvieri.
Ad aderire sono diverse sigle sindacali di base: sindacato dei lavoratori intercategoriale (Sdl), Cobas del lavoro privato, Slai Cobas e Cub trasporti. A Milano la circolazione di tram, autobus, filobus e metropolitane potrà quindi subire rallentamenti a causa della cancellazione di alcune corse. L’agitazione comincerà alle 18 per concludersi alle 22. Per aiutare gli utenti, Atm - l’azienda che gestisce il trasporto pubblico milanese - attiverà il servizio di Infomobilità, per comunicare in tempo reale, attraverso emittenti radiofoniche, internet e messaggi audio a bordo dei mezzi e nelle banchine, i livelli di servizio per il trasporto di superficie e nelle metropolitane. Per qualunque informazione è attivo il numero verde 800.80.81.81, disponibile tutti i giorni dalle 7.30 alle 19.30, e il sito internet www.atm-mi.it. A rischio anche asili, mense scolastiche e il servizio anagrafe a causa dello sciopero dei dipendenti pubblici.