Un metro di scheda per votare il sindaco

Novantotto centimetri di lunghezza per 40 di larghezza. In bocca al lupo agli elettori: per ripiegare la scheda-lenzuolo azzurra dei candidati alle comunali ci vorrà una certa abilità. Meno «ingombrante» quella verde, con cui si scelgono i consigli di zona. Oltre un milione di milanesi domenica e lunedì alle urne per eleggere il sindaco. Sono 2.356 gli stranieri comunitari che hanno chiesto di votare alle comunali, mentre 6 persone sono state ammesse al voto domiciliare. I 30mila milanesi residenti all’estero dovranno rientrare, perché non è previsto il voto per corrispondenza.
L’Anagrafe di via Larga farà gli straordinari per duplicare tessere elettorali e carte d’identità. Già sostituiti 700 scrutatori. Le elezioni costeranno 5,6 milioni di euro, 6,4 milioni in caso di ballottaggio.