Metro: troppe polveri in galleria, aumentano i guasti

L’allarme lanciato dai tecnici della Caf

«La polvere insieme al grasso e all’acqua - dicono i tecnici della Caf - forma una massa che si accumula a poco a poco sulle apparecchiature, generando conduttività, sia elettrica sia termica, determinando squilibri negli elementi rotatori, soprattutto agli elementi d’impulso d’aria e motori-ventilatori accoppiati». Caf individua criticità in impianti come l’aria condizionata sala e cabina, il sistema di trazione, convertitori e pantografi, ma l’azienda non esclude che «qualora non fosse affrontato per tempo il problema della pulizia delle gallerie» ulteriori inconvenienti possano estendersi anche a motori di trazione, induttanze, verniciature, con possibililità di surriscaldamento.
«L’aumento delle polveri - scrive l’azienda spagnola - produce criticità anche al sistema di produzione aria». «I macchinisti, - dice un conducente di treni che vuole rimanere anonimo - temono anche per la salute e la sicurezza e da tempo hanno denunciato che molti durante i turni di lavoro accusano improvvise sonnolenze per mancanza di ossigeno».
\