Metro5, c’è l’accordo: a San Siro entro il 2015

Entro la metà del 2015 sarà pronto il prolungamento della metropolitana 5 fino a San Siro. Giusto in tempo per Expo. È stata infatti sottoscritta ieri la nuova convenzione tra il Comune di Milano, Metro 5 spa e le due aziende di Finmeccanica che partecipano ai lavori (Ansaldo Sts e Ansaldo Breda). I cantieri si snodano nella tratta che va dalla stazione Garibaldi allo stadio Meazza.
La linea 5 rientra nelle opere connesse alla realizzazione di Expo 2015, riportate nel dossier di candidatura approvato dal Bie lo scorso 22 aprile. E la tabella di marcia annunciata non subirà, di fatto, rallentamenti. Il valore dell'investimento per la nuova tratta è pari a 901 milioni di euro e verrà finanziato per 391 milioni di euro dal Ministero delle Infrastrutture (la delibera del Cipe è del mese di novembre del 2009), per 83 milioni di euro dal Comune di Milano e per la restante parte dai privati.
I lavori termineranno nell'aprile 2015. Con il nuovo investimento, la linea si estenderà per ulteriori 7 chilometri di lunghezza con dieci nuove stazioni (Monumentale, Cenisio, Gerusalemme, Domodossola, Tre torri, Portello, Lotto, Segesta, Trotter e Hararar) garantendo il collegamento dell'area Stazione Garibaldi/Repubblica con lo stadio, che fino ad oggi non è mai stato raggiunto dal nessuna linea metropolitana: la fermata più vicina è Lotto, sulla linea rossa.
Metro 5 spa è già concessionaria per la realizzazione e gestione in project finance della tratta della linea 5 che da Bignami raggiunge la Stazione Garibaldi, lungo un tracciato di 5,6 chilometri con nove stazioni. La metropolitana si estenderà complessivamente per 12,6 km e comprenderà 19 fermate e sarà in grado di trasportare 96 milioni di passeggeri l'anno. Da San Siro la linea proseguirà fin oltre i confini milanesi e raggiungerà Settimo Milanese: l’obbiettivo del nuovo piano di infrastrutture è quello di garantire un accesso più facile alla città a tutti quei pendolari che ogni giorno arrivano da fuori Milano. In questo modo si punta a spronare una buona dose di automobilisti a lasciare a casa l’auto e a utilizzare i mezzi pubblici. Con il prolungamento inoltre verrà servito il quartiere periferico di Quinto Romano e l’asse di viale Novara. L’altro capolinea della linea viola sarà, in futuro, a Cinisello Balsamo e Monza.
Milano non può correre il rischio di arrivare a Expo senza un’opera clou per trasportare i venti milioni di passeggeri attesi in città per l’evento e che non perderanno l’occasione per visitare alcune delle tappe lungo il percorso della linea 5, da san Siro alle Tre Torri di Citylife, al Portello, dove il prossimo anno verrà inaugurato il centro congressi più grande d’Europa e dove ci sarà una piazza di 20mila metri quadrati, più grande di quella del Duomo (facile immaginare che nel 2015 sarà la sede ideale per mega-concerti ed eventi).