Metrobosco: gli studenti piantano settanta alberi

Sono stati quarantuno i bambini che nei giorni scorsi hanno dato il via alla prima fase del progetto Metrobosco a Cesano Boscone. I piccoli, tutti studenti della scuola primaria Monaca, armati di guanti e paletta, sotto l'occhio vigile dei loro insegnati, hanno iniziato la piantumazione delle piante nel «Parco della vita», un'area di 42mila metri quadrati situata nei pressi della futura piscina di via Vespucci. Accompagnati dagli insegnati e guidati dai sette volontari dell'associazione «A braccia aperte», che si occuperà della gestione dell'area verde, gli studenti hanno messo a dimora i primi 70 alberi del futuro bosco. All'appello mancano ancora 6mila piante, che saranno piantumate entro la prossima primavera. «Cesano Boscone - ha dichiarato il sindaco Vincenzo D'Avanzo - era un paese agricolo ed è diventato negli anni una città della prima cintura di Milano. Con questo progetto, dimostriamo il nostro impegno a far sì che sorgano nuovi parchi, nuovi polmoni che lasciamo in eredità alle generazioni future». Il progetto del Metrobosco ha già visto 450mila piante messe a dimora nella provincia di Milano. «Entro 2009 -spiega Bruna Brembilla, assessore provinciale e presidente del Parco Agricolo Sud Milano - se ne pianteranno altre 250mila. L'iniziativa di Cesano Boscone è originale: oltre a coinvolgere i bambini delle scuole vedrà l'impegno di un gruppo di giovani volontari che garantiranno la crescita ottimale degli alberi e la salute dell'intero Parco della vita».