Metrotram Milano-Seregno, via libera del Cipe

A gennaio la gara ad aprile i lavori. Nel luglio 2012 la linea operativa

Il Comitato interministeriale per la Programmazione economica ha approvato il progetto definitivo della nuova metrotranvia Milano-Seregno. L’impegno economico per 128,53 milioni di euro è garantito dalla Provincia, mentre i restanti 85,68 milioni di euro sono a carico dei comuni toccati dal tracciato. La linea tranviaria è diventata indispensabile per il trasporto pubblico nell’area metropolitana, e dovrà garantire il decongestionamento del traffico automobilistico milanese, ormai al limite della paralisi. Entro gennaio 2009 si concluderanno le procedure di appalto, mentre ad aprile inizieranno i lavori che, salvo intoppi, si concluderanno in meno di quattro anni. Nel luglio 2012 la metrotranvia dovrebbe essere operativa. La nuova linea potrà garantire, nella tratta tra il Parco Nord di Bresso e Calderara, per 16 minuti di percorrenza, 80mila posti il giorno, e 40mila da Calderara a Seregno, con una velocità media di 21 chilometri l’ora. Adesso il vecchio tram impiega 38 minuti da Milano a Desio, e offre un servizio a soli 15mila pendolari il giorno. La previsione è di 320 corse il giorno nella prima tratta, con la frequenza di un mezzo ogni 4 minuti nelle ore di punta, e di 160 corse fino al capolinea alla stazione ferroviaria di Seregno. In pratica viaggerà un tram ogni 8 minuti. I lavori prevedono il completo ammodernamento della sede tranviaria esistente e il prolungamento, che attraverserà Desio lungo via Milano in modo da liberare le centralissima via Garibaldi e corso Italia, che nella città natale di Pio XI sono l’asse commerciale naturale con la presenza di oltre centocinquanta negozi. «Finalmente – sottolinea il presidente dell’Associazione degli esercenti Enrico Origgi – con lo spostamento della sede tranviaria, in futuro potremo organizzare manifestazioni e momenti di aggregazione senza dover ogni volta fare i conti con il transito delle anacronistiche carrozze». Il percorso è di 14,3 chilometri con 25 fermate, e 18 moderni tram su doppio binario, attraverso l’inserimento a raso fino a Nova Milanese nella sede viabilistica centrale e in seguito con binario unico in sede protetta fino a Seregno. Sarà inoltre realizzata una nuova pavimentazione, con interventi di moderazione del traffico e riorganizzazione dei flussi veicolari. «Sulla metrotranvia Milano Seregno – dice il presidente della Provincia Filippo Penati – il governo ha confermato il proprio impegno rispondendo alle esigenze di un’area ad alta densità di traffico come quella dei Comuni a Nord di Milano».