Metti due cuori, una Vespa special e migliaia di chilometri

Giorgio Serafino e la moglie Giulia, giovane coppia di 30enni hanno percorso tutto lo stivale in sella a una Vespa 50 del 1978, in occasione 150esimo dell'Unità d'Italia. Giovedì tappa speciale a Palazzo Marino per incontrare il sindaco. «Quel che davvero conta non è la meta ma la strada. È l'andare»

Tappa speciale per Giorgio Serafino e la moglie Giulia, giovane coppia di 30enni che, in sella a una Vespa 50 special del 1978, nell'anno del 150esimo dell'Unità, stanno percorrendo tutta l'Italia in un incredibile tour che collegherà 40 comuni, grandi e piccoli, dall'Adriatico al Tirreno, dalle Alpi agli Appennini. Giovedì arrivano a Milano dove alle 12.45 a Palazzo Marino saranno accolti dal sindaco della città, Giuliano Pisapia.
Si chiama «Terra e asfalto: la fraternità corre in Vespa», il Grand tour in cui la coppia è impegnata dal 4 settembre e che si concluderà il 26 ottobre grazie al sostegno del Comune di Montecosaro (piccolo borgo nel maceratese), in collaborazione con Città per la fraternità, l'associazione fondata tre anni fa per creare una rete virtuosa di città (oltre 100, ormai, le adesioni) in cui amministratori e cittadini, attraverso un patto reciproco, si impegnano a mettere alla base del proprio mandato politico-amministrativo e in ogni scelta presa per la città, la fraternità universale (per seguire il viaggio in diretta: www.terraeasfalto.it).
«L'obiettivo di tutti noi, in testa a tutti Giorgio e Giulia - spiega Stefano Cardinali, sindaco di Montecosaro - è dimostrare la bellezza e l'orgoglio della nostra nazione che è diventata tale grazie all'unità di città tanto diverse tra loro ma che insieme, ognuna con le proprie caratteristiche e peculiarità, hanno fatto la forza e la fortuna dell'Italia. Fare questo viaggio in Vespa in occasione dei 150 anni della nostra nazione significa ridare forza a quell'unità, tanto necessaria ma che oggi è messa in discussione».
Ma le imprese impossibili (e low cost) sono parte del dna, del carattere, della filosofia dei due coniugi. Soltanto un anno fa, insieme alla fida due ruote, hanno attraversato tutti gli Stati Uniti, da est a ovest, per quasi 3.755 chilometri sulla mitica Route 66. Avventure e disavventure dei vespisti sono raccontate nel libro L'America in Vespa (pagg. 208; euro 16,00), appena uscito per i tipi di Mursia. «Quel che davvero conta non è la meta ma la strada. È l'andare», sostiene Giorgio, «lo spirito on the road, l'importanza dell'incontro con la gente, sono valori che appartengono a me e a Giulia. Credo di avere il privilegio di poterli vivere e, poi, anche raccontare».