Mexes chiede scusa: «Tifosi perdonateci»

Una sconfitta che brucia, incancellabile, quella di Manchester. Un cappotto che con internet ha fatto, purtroppo, il giro del mondo. Così a qualche giocatore giallorosso è venuta voglia di chiedere scusa ai fin troppo buoni tifosi. Primo tra tutti Philippe Mexes, che ieri a fine allenamento si è fermato a firmare qualche autografo ai ragazzi presenti fuori da Trigoria e ha pronunciato la parolina magica che in molti si aspettavano dopo la disfatta inglese. «Vogliamo chiedere scusa ai tifosi che ci seguono anche dopo un brutto risultato come quello di Manchester. Ora bisogna riprendere a lavorare e pensare subito a riscattarsi già domenica contro la Sampdoria». Come riporta il sito internet Romanews.eu, il difensore francese garantisce che la squadra ha voglia di dimostrare che la vera Roma è un’altra e non quella vista in Inghilterra, già da domenica prossima. Certo, è un po’ tardi, era a Manchester che serviva la vera Roma, ma almeno la buona volontà non guasta. «Cosa ci ha detto Spalletti? - si legge nelle parole riportate dal sito internet - Di non mollare, di reagire per difendere il secondo posto e per vincere la Coppa Italia. Il contratto? L’ho già detto tante volte: qui sto bene e intendo rimanerci»