Mexes fa la statua, Pizarro il moschino

6,5 DONI. Si fa passare fra le gambe la palla gol di Crespo: non ci dormirà la notte. Si riscatta parando il rigore e una sberla di Ibra.
5,5 PANUCCI. Affannato nel tener botta in difesa. E avanti non lo vedono quasi più.
6 MEXES. Slanci gladiatori nel chiudere ogni varco e salvar ogni palla. Ci resta secco davanti a Crespo, resta impalato neppure fosse una statua.
5,5 CHIVU. Chiude varchi e si butta fra le gambe di tutti. Tien botta anche davanti agli ancheggiamenti di Ibra. Ma non resiste davanti alla mossa di Crespo.
5 TONETTO. Pendolino all’italiana: tanta corsa e piedi da rivedere.
6 DE ROSSI. Gioca come un Falcao di buona memoria. Uomo per tutte le soluzioni: parte davanti alla difesa e s’avventura dove lo portano il cuore e i polmoni.
6,5 PERROTTA. Guizza e sguazza appena la difesa nerazzurra s’allarga. Bravo nel capirne i punti deboli...
6,5 PIZARRO. Il solito moschino. Spazza il campo con il tono di chi dice: adesso vi spiego tutto. Gioca pallette e qualche palla da calcio vero. Utile, non indispensabile.
6 AQUILANI. Bada al sodo. Tien botta a centrocampo andando a togliere spazio a tutti.
5,5 ROSI. dall’11’st. Impreciso.

6 MANCINI. Mette paura per dieci minuti, s’infila in area e porta scompiglio. Poi stop.
6,5 MONTELLA dal 24’ pt. Pizzica e morde. Non lascia tempo per pensare: tira e non ci prende.
5 TOTTI. Presenta il piede quando calcia le punizioni, prova qualche conclusione. Poi se la passa come un eterno convalescente.

ALL.: SPALLETTI 6. Bel gioco ma squadra leggerina.