Al Mexico una pellicola dedicata ai doppiatori

«Doppio», il film di chi vive dietro lo schermo. Raccontare la vita del mondo del doppiaggio è l'ultimo lavoro di Eric Alexander. Da questa sera al Cinema Mexico di via Savona 56, la pellicola che ha già riscosso successo e vinto un premio al Word Fest di Houston 2008 come miglior film indipendente, una scommessa realizzata da giovani che credono ancora nel cinema italiano. «Doppio» è il primo film-lungometraggio interamente realizzato in uno studio di doppiaggio, che racconta due vite e due modi di pensare e sperare, e mostra le paure e i conflitti di Luca e Miky, fratelli trentenni che scelgono Milano e il mestiere del doppiatore un po' per passione, un po' per necessità, sperando un giorno di poter diventare l'uno regista, l'altro attore. Una commedia a volte drammatica, a volte ironica; un progetto al quale hanno partecipato volti noti come la conduttrice di Mtv Camila Raznovich, Alessandro Sampaoli di Camera Cafè, le belle Vj Kris&Kris e la celebre Liliana Feldmann, e «voci famose» come Raffaele Fallica, Natale Ciravolo o Monica Pariante, che per l'occasione sono passati davanti alla macchina da presa. Il film sarà proiettato fino a mercoledì e vedrà la presenza in sala degli attori e del regista che racconteranno al pubblico la loro esperienza. La prima di stasera avrà per ospite proprio il regista e protagonista Eric Alexander, cui seguirà domani Morando Morandini, critico e sostenitore di nuovi talenti.