Mez, un anno di indagini

Una ragazza straniera uccisa, quattro fermati di diverse nazionalità e razze, coltelli, impronte, macchie di sangue, confusi memoriali, accuse reciproche, versioni contrastanti più volte ritrattate. Sono alcune delle parole chiave del giallo di Perugia<br />

Roma - Una ragazza straniera uccisa, quattro fermati di diverse nazionalità e razze, coltelli, impronte, macchie di sangue, confusi memoriali, accuse reciproche, versioni contrastanti più volte ritrattate. Sono alcune delle parole chiave del giallo di Perugia, ormai da un anno al centro dell'attenzione. Ecco le tappe principali della vicenda.
1 NOVEMBRE 2007 - Meredith Kercher, studentessa inglese di 22 anni, in Italia per Erasmus, viene uccisa in serata con una coltellata alla gola nel proprio appartamento a Perugia. Il corpo viene trovato il 2 novembre in camera da letto, coperto da un piumone.
6 NOVEMBRE - In carcere finiscono Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Patrick Lumumba Diya. Amanda, 20 anni, americana (di Seattle), era la coinquilina di Meredith e studia all'Università per stranieri di Perugia. Sollecito, 24 anni, pugliese, laureando in ingegneria, ha da un paio di settimane una storia con Amanda. Lumumba, 38 anni, originario dell'ex Zaire, dal 1988 vive in Umbria dove gestisce un pub in cui lavorava Amanda. Musicista a tempo perso, ha una compagna polacca dalla quale ha avuto un figlio di quasi due anni. Tutti e tre si dichiarano estranei all'omicidio. Contro Patrick ci sono le dichiarazioni di Amanda. Il 9 il gip convalida i fermi. Lumumba sostiene che si trovava nel suo locale, cosa confermata da un professore universitario.
15 NOVEMBRE - Tracce del dna di Meredith e Amanda vengono rilevate su un coltello da cucina sequestrato a casa di Sollecito.
19 NOVEMBRE - Rudy Hermann Guede, 21 anni, ivoriano vissuto a lungo a Perugia dove è stato in affidamento presso una famiglia del luogo e ha giocato nella locale squadra di basket, è ricercato per omicidio aggravato in concorso e violenza sessuale.
20 NOVEMBRE - Patrick Lumumba viene rimesso in libertà mentre Rudy é bloccato dalla polizia a Magonza, in Germania.
28 NOV EMBRE- Per i periti del gip, si può procedere sulla base degli atti già svolti, senza esaminare di nuovo il corpo di Mez, già trasferito in Inghilterra.
6 DICEMBRE - Rudy è trasferito in Italia.
14 DICEMBRE - Funerali di Meredith presso la chiesa di St John Baptist di Croydon, a sud di Londra.
16 FEBBRAIO 2008 - Nel carcere di Perugia, Sollecito si laurea in informatica. Lo stesso giorno Lumumba riapre il suo pub.
31 MARZO - Polemiche dopo che Telenorba7 ha mandato in onda immagini crude del cadavere di Mez.
1 APRILE - La Cassazione respinge i ricorsi di Amanda, Sollecito e Rudy. Per tutti e tre sussistono pericolo di fuga, di inquinamento delle prove e di reiterazione del reato. 24 MAG - I giudici sentono una cronista del 'Giornale dell'Umbrià, che ha scritto di un quarto uomo con vestiti e scarpe sporche di sangue vicino all'abitazione del delitto prima che il cadavere fosse scoperto. Per gli inquirenti è una ricostruzione priva di riscontri.
27 MAGGIO - Il gip di Perugia Claudia Matteini archivia il procedimento penale nei confronti di Patrick Lumumba Diya.
19 GIUGNO - I pubblici ministeri Giuliano Mignini e Manuela Comodi depositano l'atto di chiusura indagine che precede la richiesta di rinvio a giudizio. Per loro Mez fu uccisa da Amanda, Raffaele e Rudy per futili motivi
20 GIUGNO - Alcuni familiari di Sollecito sarebbero indagati per la trasmissione da parte di Telenorba delle immagini che mostravano il corpo della studentessa inglese uccisa.
16 SETTEMBRE - Il gup Paolo Micheli accoglie la richiesta di rito abbreviato per Rudy Guede.
18 OTTOBRE - Al termine della loro requisitoria i pm chiedono al gup di Perugia la condanna all'ergastolo per Guede e il rinvio a giudizio per Sollecito e la Knox.
28 OTTOBRE - Dopo circa 11 ore di camera di consiglio il Gup condanna a 30 anni di reclusione Rudy e manda a processo Amanda e Raffaele.