«MEZZ’ESTATE» A TUTTA FESTA

Tanti i paesi che festeggiano San Rocco e l’Assunta con stand musica e danze

Neppure a Ferragosto le mandibole possono smettere di lavorare, viste le numerose sagre e degustazioni organizzate un po’ ovunque, quasi sempre accompagnate dalla possibilità di compiere due passi di ballo. Per iniziare, solo per la giornata di oggi, a partire dalle ore 20, a Triora, festa popolare, con cena a base di ravioli, coniglio e naturalmente danze e sottofondo musicale con l’orchestra «Il Sagittario». Grande protagonista il vino, sia oggi che domani, in piazza Marconi, a Badalucco, per gustare dalle 19 a mezzanotte oltre 400 etichette di vini d’Italia e prodotti tipici locali, con musica dal vivo. Ancora vino, questa volta bianco, in un’apposita sagra a esso dedicata, organizzata fino al 16 di agosto a Favale, in provincia di genova, e giunta ormai alla 24^ edizione; naturalmente il buon vino non si gusta a stomaco vuoto ed ecco che allora viene servito insieme a specialità alla piastra e asado, il tutto accompagnato dalla musica di vari cantanti e orchestre. A Montedomenico, frazione dell’entroterra di Sestri Levante, è invece organizzata fino a martedì la Sagra dei testaieu, conditi rigorosamente con pesto e aglio, oppure salsa di noci. A Recco, invece, fino al giorno successivo a Ferragosto, per la festa di San Rocco, tutti sono invitati a visitare gli stand gastronomici e a partecipare alle serate danzanti, oggi a suon di liscio, domani con musica da discoteca, mentre il 16, serata finale, è organizzata la processione in onore del santo, con balli e uno spettacolo pirotecnico a partire dalle 23 e 15. San Rocco è festeggiato anche a Cicagna, in località Pianezza, con gastronomia e danze, fino al 16 agosto; domani e dopodomani pure a Moneglia, in località Bracco, con sere di ballo e stand gastronomici. Borgomaro, sempre per il medesimo santo, organizza il 16 la Sagra del pane: nella piazza centrale del paese, sono offerte degustazioni dalle 19 e dalle 23 invece, piccoli assaggi di teatro dialettale genovese; a Verdeggia, frazione di Triora, invece, sempre il 16, offre una festa religiosa tradizionale per San Rocco, con gare sportive, serata danzante dalle 19 alle 23, e degustazione di carne di capra accompagnata da fagioli. Avegno, invece, oggi e domani celebra san Lorenzo - un po’ dopo rispetto ad altre cittadine e paesini - con una Sagra dell’asado, cotto a puntino alla brace, e balli. Il clima di festività religiose si fa sentire anche a Nescio: per la Festa dell’Assunta, oggi è la volta della messa e della fiaccolata, ma domani e dopo della gastronomia e del ballo liscio. Niente santi a Temossi, in provincia di Genova, dove da oggi fino al 16 sono organizzate feste all’aperto, e domani è prevista l’esibizione dei ballerini della scuola «Maury sport» di Maurizio Chiavari e Roberta Civita; dalle sette di sera in avanti sono attivi servizio bar e ristoro con prelibatezze quali pasta al pesto, penne, pizza, focaccia al formaggio, farinata, baciocca, polenta ai funghi, asado, pollo cotto in diverse maniere, salsiccia, frittelle e svariati tipi di dolci. A Lavagna, in località Sorlana, domani e dopodomani ci si dedica alla Sagra della melanzana e, per smaltire, anche al ballo con l’orchestra «Simpatia» prima e «Carmen» dopo. Serata danzante anche a Santo Stefano d’Aveto, come contorno alla polentata, il tutto in località Allegrezze. Anche a Perinaldo oggi e domani a partire dalle 19 e 30, si festeggia, questa volta per l’annuale Festa del volontariato: nel centro storico del paese, si può soddisfare papille e piante dei piedi con offerte gastronomiche e danze. Fino al 16, a Mignanego, Vallecrosia, e Rezzoaglio, in località Villanoce, sono organizzati balli, spettacoli, stand gastronomici e musica dal vivo; in più a Rezzoaglio è previsto anche uno spettacolo pirotecnico. A Pegli, invece, si inaugura domani la stagione di farinata e ceci, con tutte le pietanze a base di farina derivata da questo legume, preparate nella la pizzeria Nuova Santa Lucia e il ristorante Alla tavola di Malqù.