Mezza Cattolica al governo con Monti Gli studenti assediano la sua Bocconi

«Noi la Crisi non la paghiamo! Saperi e cultura contro debito e crisi. Dalla crisi non si esce né con Monti né con Tremonti». Gli studenti non mollano e questo in sintesi è quello che il collettivi e la Rete studenti annunciano di voler «gridare con forza stamattina sotto le finestre dell’ufficio del professor Monti alla Bocconi, nell’università di cui il nuovo primo ministro è presidente onorario». In previsione di questo appuntamento, di cui la Questura non è stata preavvisata, in città nella notte sono apparse alcune scritte sui muri che invitano ad «assediare la Bocconi». Previsto anche un corteo, con concentramento alle 9 in largo Cairoli.
Il professore e senatore a vita si è portato al governo una squadra nutritissima di professori della Cattolica, oltre che della sua Bocconi. E ora che cosa succede a largo Gemelli? Partono destinazione Palazzo Chigi il rettore Lorenzo Ornaghi, ministro della Cultura, e gli altri due professori Piero Giarda (Rapporti con il Parlamento) e Renato Balduzzi (Salute).