Mezza maratona, domenica in più di 10mila alla Roma-Ostia

Record di iscritti alla classica che porta da Roma al Mare. Molti i campioni al via: tra gli uomini il keniano Cheruiyot e i nostri Caimmi e Pertile, tra le donne la tedesca Mikitenko e le azzurre Incerti e Console

Saranno più di 10mila gli atleti al via domenica della trentaquattresima edizione della Roma-Ostia, la mezza maratona più «partecipata» d'Italia. Al di là dei numeri questa gara si conferma una classica che annuncia la primavera e che di anno in anno ha consolidato un livello tecnico di prim'ordine. Alla partenza ci saranno infatti i migliori runners della specialità. In campo maschile il favorito è il keniano Evans Kiprop Cheruiyot, fresco vincitore della maratona di Chicago, a cui cercheranno di opporsi gli azzurri Daniele Caimmi e Ruggero Pertile. Grandi nomi anche nella sfida femminile dove favoritissima è la tedesca Irina Mikitenko ( miglior prestazione mondiale lo scorso anno in mezza maratona) che dovrà vedersela con le nostre Anna Incerti e Rosalba Console. La Roma Ostia è una delle gare più longeve del panorama podistico italiano. Nata il 31 marzo del 1974 (allora la distanza da percorrere era di 28 chilometri, e gli atleti classificati 313!) è perlopiù pianeggiante e molto veloce, e ciò l'ha resa una gara amata dai podisti, che spesso qui, percorrendo la via che porta dalla Capitale al mare, hanno realizzato il loro record personale. Una lista infinita di nomi e di volti hanno contribuito a fare la storia della Roma Ostia. Da Umberto Risi, vincitore della prima edizione, a Marco Marchei ( che ha trionfato nell'edizione del 1979 e del 1980 ), da Steve Jones nel 1985 primatista del mondo di Maratona a Robert Cheruiyot che detiene il record della gara con 60.06; infine il Campione Olimpico in carica Stefano Baldini, vincitore nell'edizione del 1997. Fra le donne il record della gara è di Gloria Marconi con il suo 69.27 ottenuto nell'edizione 2003. http://blog.ilgiornale.it/ruzzo