Mezzo secolo di Calimero Riecco il pulcino più amato

«È un'ingiustizia però», diceva sempre Calimero che in realtà non era nero, ma era solo sporco. Una volta lavato con un famoso detersivo, urlava «Ava come lava!». così Calimero diventava bianco come i suoi fratellini e non era più una pecora nera. Adulti e bambini attendevano che finisse il Carosello per andare a dormire, ma anche per i grandi era un momento di pausa fatto di deliziosi e ridanciani sketch recitati da famosi attori o come in questo caso disegnati e animati da capaci mani ed esperti di tecnologia. Oggi Calimero compie 50 anni (1963-2013) e a ricordarlo è una bella mostra allestita alla Palazzina della Permanente di via Turati 34 (un vero tempietto con una facciata dipinta e grandi spazi espositivi interni progettata agli inizi del'900 dall'architetto Luca Beltrami, creatore di mezza Milano), la prima in Italia ad offrire al pubblico 50 anni di avventure, simbolo di un glorioso passato televisivo.Calimero, per chi non lo sapesse o non se lo ricordasse, era figlio della chioccia Cesira che esitava a riconoscerlo perché nero, finchè non ritornò bianco dopo una bella lavata nel famoso detersivo che aveva un odore inconfondibile, oggi ancora sul mercato. Ma vediamo di ricostruire come mai è comparso questo pulcino che ha animato un'intera generazione. Nato dalla matita di Nino e Toni Pagot. La voce di Ignazio Colnaghi chiudeva ogni spot che conteneva ogni volta una storia diversa con voce sconsolata: «Fanno tutti così perché io sono piccolo e nero...».La mostra dal titolo «Calimero. È ingiusto però» è ricca: una sezione è riservata alla realizzazione dei cartoni (50 disegni per ogni secondo di animazione) con tavole originali e story-board. In un'altra una singolare collezione di gusci e di resina serviti per costruire i vari Calimero, ognuno elaborato da artisti, personaggi famosi e persino intellettuali che hanno fatto di questo pulcino una vera icona cult. Tutti questi Calimero rielaborati saranno messi all'asta a favore del progetto Save The Children. Info lapermanente.it. Calimero è stato anche ospite di Sottodiciotto Fimfestival a Torino e rimarrà fino al 14 dicembre. Il primo edisodio delle storie di Calimero andrà in onda a gennaio su Rai 2, di cui è protagonista il pulcino solo sporco...
Diventato presto uno dei personaggi più amati dal pubblico, questo pulcino ha rappresentato nell'immaginario di ciascuno l'eroe e l'anti-eroe, il piccolo fragile e al tempo stesso tenero e ingenuo: un compagno fedele per avventure e disavventure, simpatico e sensibile, capace di conquistare il cuore della gente, grandi e piccini e ottimo veicolo pubblicitario. La mostra che è suddivisa in 9 sezioni ricca anche di video e oggetti, attinti dal ricco archivio Pagot, racconta la storia di Calimero dalla sua prima apparizione, il 14 luglio 1963 (la presa della Bastiglia...); rivoluzionario anche il pulcino per quell'epoca, sebbene l'era digitale abbia nel tempo modificato le fasi di lavorazione relative all'animazione. Calimero e le sue avventure sono arrivate al 3D. Incredibile!