Mezzocorona si conferma dopo i rigori

Come a Istanbul, proprio come in Turchia tra Milan e Liverpool. La finale per il titolo italiano dell’under 20 di pallamano femminile, manifestazione sponsorizzata dal Giornale e conclusasi ieri a Cassano Magnago, ha visto il successo delle trentine del Mezzocorona dopo una autentica maratona che ha entusiasmato le quasi mille persone presenti provenienti da tutte le regioni d’Italia. A soccombere sono state le siciliane del Siracusa che hanno mancato la clamorosa sorpresa: conducevano 20-19 a sette secondi dalla conclusione dei tempi regolamentari. Il gol in extremis delle campionesse in carica ha portato ai due tempi supplementari dove, con il Palazzetto Tacca, trasformato in una autentica bolgia dantesca a causa del tifo, sono state le siciliane di Maria Zocco a rendere pan per focaccia alle avversarie, raggiungendole sul 24-24 a due secondi dal termine.
A decidere sono stati allora i rigori con le biancocelesti di Mario Bazzanella più precise (4 centri contro 2 del Siracusa), una qualità che ha permesso loro di conservare sulla maglia lo scudetto tricolore anche per la prossima stagione. Per il terzo posto Salerno ha superato 28-22 le sorprendenti mantovane del Bancole, ripescate per le finali e trasformatesi nella vera rivelazione della manifestazione. «È stata un’autentica festa per la nostra pallamano», ha dichiarato il consigliere federale Giovanni Saporiti, «e perfetta è stata l’organizzazione da parte del Comitato lombardo della Figh».

Annunci

Altri articoli