«Mi odiano tutti» Ausiliario del traffico dà fuoco alle multe

Stressato dalle continue e giornaliere liti con gli automobilisti sotto il solleone, e poi rimproverato anche al ritorno a casa da sua moglie. Odiato da tutti per il suo lavoro, persino in famiglia. Così un ausiliario del traffico dell’azienda per il trasporto pubblico di Palermo ha sfogato la sua ira bruciando i «ferri» del mestiere: divisa e taccuino con i verbali già fatti. E, alla fine, l’ennesima giornata storta per l’ausiliario si è conclusa con una denuncia della polizia di Stato per distruzione di atti pubblici e danneggiamento di beni aziendali. L’uomo ha anche rischiato di incendiare il suo appartamento, dove è scoppiata la lite coniugale; l’intervento dei vigili del fuoco ha evitato il peggio. In fumo sono andate 20 contravvenzioni già compilate: una buona notizia per altrettanti automobilisti.