«Mi sentivo escluso. Ora non più»

A Livorno ha cambiato pelle almeno cinque volte alla ricerca di un risultato positivo. Quello contro gli amaranto è stato un Genoa camaleontico un po' per necessità e un po' per virtù in una partita che poteva dare definitivamente una svolta alla stagione. La squadra di Gasperini ha dominato, ma alla fine ha raccolto solo un pari, che poteva essere anche sconfitta se la tenacia di Marco Di Vaio e la deviazione di Knezevic non avessero portato la palla alle spalle di Marco Amelia assediato dalla squadra rossoblù per buona parte della gara. Punto pesante perché arrivato quando la squadra si era ritrovata in dieci per una frettolosa espulsione di Santos (giusto il secondo giallo non il primo, ndr). Punto che conferma il buon trend da inizio 2008 fatto di tre vittorie, un pareggio e una sconfitta. Ma il pari all'Ardenza sancisce anche la rinascita di Marco Di Vaio e lo candida anche per un ruolo da protagonista nel prossimo derby complice la squalifica di Sculli. «Sento attorno a me nuovamente quella fiducia che avevo perso - ha dichiarato l'attaccante rossoblù - io mi sono sempre allenato, ma c'è stato un momento in cui mi sono sentito escluso. La svolta c'è stata quando sono rimasto. Credo poi che domenica avermi fatto entrare dopo 20 minuti dall'inizio della gara sia una dimostrazione importante».
Onesto Di Vaio anche nel riconoscere un cambio di orientamento di Gian Piero Gasperini quando ha proposto con il Catania il 4-4-2. «Certo, io ho determinate caratteristiche - ha aggiunto - che così possono uscire fuori meglio. In ogni caso da qui alla fine della stagione voglio rispondere sul campo e credo che il gol, seppur deviato, sia un buon inizio».
La squadra riprende la preparazione nel pomeriggio di oggi a Pegli. Gian Piero Gasperini in vista del derby dovrà fare i conti con le squalifiche di Santos e Sculli, ma si troverà anche un'infermeria sgombra se si eccettua il programma di recupero del brasiliano Wilson per il quale, intanto, è arrivato il transfert. La febbre da stracittadina prosegue al Genoa Store con l'ultimo giorno di prevendita per gli abbonati di Gradinata Sud. Il punto vendita ufficiale in largo XII Ottobre resterà aperto dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 19. Al momento sono 4mila i biglietti venduti e il trend fa pensare che non resteranno giacenze e che, dunque, lo stadio andrà esaurito prima della vendita libera.