«Mi sento come Sancho Panza»

«Io mi sento come Sancho Panza, lo scudiero di Don Chisciotte, che era l’unico che riusciva ogni tanto a richiamare Don Chisciotte alla realtà». Marco Follini si paragona al personaggio del romanzo secentesco di Miguel de Cervantes. Il segretario dell’Udc ha parlato ieri a Venafro, in Molise, alla festa del suo partito. Ma non ha approfondito il paragone. Se lui si considera Sancho Panza, chi è Don Chisciotte? Il protagonista del romanzo simboleggiava il cavaliere dell’ideale, generoso e folle nel sognare un mondo dove trionfino giustizia e sentimenti magnanimi.