«Come mi sta?» Ora lo specchio chiama l’amico

da New York

Uno specchio che telefona direttamente ad amici e partner per avere il classico «giudizio sincero» su un abito che si intende acquistare. La rivoluzionaria trovata non poteva che venire da New York, il tempio dello shopping negli Stati Uniti, dove è stato ideato uno specchio in grado di inviare le informazioni video a un numero di telefono o a un indirizzo di posta elettronica indicata dal cliente. Un compagno di shopping a distanza che potrà anche interagire rispondendo in tempo reale con un sms.
Amici e partner troppo impegnati per accompagnare i patiti dello shopping, non saranno più un impedimento per chi vuole trovare il vestito e gli accessori che più gli donano. D’ora in poi basterà rimirarsi nello specchio giusto e l’amica del cuore, la mamma o il partner, riceveranno un’immagine di voi su telefonino o via e-mail. Potranno giudicare senza pietà se è il caso di acquistare o desistere.
Le meraviglie dello specchio interattivo, presentato a una recente fiera, includono anche la possibilità di scegliere scarpe e altri accessori da abbinare all'abito che si prova seguendo solo le istruzioni di un «touch-screen» sullo specchio. Si potrà inoltre «provare virtualmente» un altro capo d’abbigliamento senza doverlo indossare fisicamente. «Le adolescenti ormai usano regolarmente il videofonino durante lo shopping - sostiene Christopher Enrigh della società che ha realizzato il miracoloso oggetto - noi mettiamo a disposizione solo tecnologia più sofisticata per fare meglio quello che già si fa».
L’idea di dotare gli specchi di funzioni più avanzate del resto sta prendendo piede anche in Italia. A Milano nello scorso ottobre era stato presentato «Narcyso», lo specchio che sovrapponendo l’immagine del capo a quello del cliente, permette di provare «virtualmente» un abito, senza indossarlo realmente.