«Mi stupisce l’ipocrisia dei suoi colleghi»

Mi sembra scontato rivolgerle un attestato di stima per i recenti fatti. Rimango stupito dell'ipocrisia dimostrata da alcuni suoi colleghi, schierati e non. Grandi moralizzatori e «convenientisti» dell’ultimo momento. Alla fine i fatti le hanno dato ragione, e in molti si sono mangiati gli attributi, che peraltro non avevano. Sono un quasi trentenne che da otto anni ha un'agenzia di moda e spettacolo in Sardegna. Visto il tempo libero a disposizione quest'anno mi sono iscritto ad un corso di laurea in Scienze della Comunicazione. Il problema generico è che in molti ambienti accademici, per fortuna non il mio, i professori insegnano agli studenti a capire come i messaggi comunicati attraverso i media, il più delle volte cercano di condizionare il pubblico. Il dilemma è che nemmeno i professori sono obiettivi. Tutto questo giro di parole per dirle che ha avuto - scusi il termine - le palle per pubblicare il primo articolo su Sircana.
Simone Marchi