«Mi trattano da criminale sono sempre stato pulito»

«Oggi concludo la mia carriera. Vorrei però dirvi una cosa: io non ho mai barato in tutta la mia carriera, non ho mai imbrogliato nessuno e non ho mai conosciuto il dottor Fuentes. Me ne vado a testa alta». Parla a testa alta, Jan Ullrich. «Mi sento come un criminale», ha aggiunto l’ex ragazzo prodigio. «Quando sei una stella tutti ti glorificano. Poi, appena gira il vento... Adesso voglio solo pensare a me stesso e alla mia famiglia. Anche se ammetto che non posso vivere senza il ciclismo: questo è il mio mondo, questa è la mia vita». Nella sua carriera Jan Ullrich ha vinto un Tour, una Vuelta, un oro olimpico su strada e un argento nella prova a cronometro ai Giochi di Sydney, un mondiale dilettanti e un mondiale a cronometro tra i professionisti, oltre a due giri di Svizzera: gli manca solo un Giro d’Italia per dire d’aver vinto tutto. \