«La mia domenica: reality e adolescenti Gregoraci benvenuta»

La conduttrice debutta il 24 settembre su Canale 5: «C’è un buon clima, non come quello di Verissimo»

Laura Rio

da Milano

A Primavera se la doveva vedere con giornalisti inferociti. Quest’autunno si circonda di bellezze chiacchierate come Elisabetta Gregoraci, dal caratterino «vivace», ma certo non infuriate con lei. Dopo l’esperienza di Verissimo (in cui la redazione si rivoltò contro di lei), Paola Perego si è affidata a un bel gruppo di amici (da Stefano Bettarini a Claudio Lippi) per varare la nuova Buona Domenica, la prima dopo anni senza la guida di Maurizio Costanzo. Il giornalista le ha ceduto lo scettro del contenitore festivo, ma il pubblico è pronto a giudicare il cambiamento. E la Perego, quarant’anni compiuti ad aprile, compagna del manager Lucio Presta (che è anche il suo agente), sa che il confronto sarà difficile. Il duro scontro all’interno della redazione di Verissimo si concluse con uno scambio di caselle tra lei e Costanzo: il giornalista da lunedì avrà un suo talk nelle ore pomeridiane che furono del soppresso rotocalco di Canale 5. E lei dal 24 settembre prende il suo posto.
Dunque, cosa avrà di diverso la sua Buona Domenica?
«Noi vorremmo che fosse allegra e spensierata con dei momenti che aiutino a pensare e riflettere. Con un bel clima in studio: come ho sempre cercato di avere nei miei talk, tranne ovviamente - e soltanto - nel caso di Verissimo. Esperienza, per fortuna, chiusa».
Sarà tutta divisa in segmenti...
«Un grande contenitore con diversi spazi formatizzati. Uno è appaltato agli adolescenti e andrà in onda nella prima parte del pomeriggio perché poi i ragazzi escono di casa: li faremo parlare del loro mondo, che io conosco bene avendo una figlia di 14 anni. Poi ci saranno due momenti dedicati ai reality in cui parleremo di Circus (da lunedì su Canale 5) e La Pupa e il Secchione (in onda su Italia Uno). Bettarini invece si occuperà del concorso per scegliere la ragazza che partirà con lui come inviata della Talpa (al via a gennaio): ci stanno sommergendo di email».
Spazio anche all’attualità...
«Con un talk in cui avremo opinionisti e giornalisti di varie testate e con una intervista centrale in cui io parlerò con il personaggio del momento».
Costanzo lo vede come un fantasma scomodo?
«No. Assolutamente, anzi gli ho chiesto un sacco di consigli. E poi sono abituata ad arrivare dopo qualcuno: è il mio carma. Ho fatto Forum dopo Rita Dalla Chiesa, Al posto tuo dopo la D’Eusanio, La Talpa dopo Amanda Lear. Mi è quasi sempre andata bene, lo spero anche stavolta. Certo è un’eredità pesante, all’inizio per il pubblico il cambio non sarà facile».
Elisabetta Gregoraci le è stata imposta? Si racconta che sia stata voluta da Silvio Berlusconi in persona, che ad agosto l’ha invitata a lavorare a Mediaset dopo l’epurazione dalla Rai...
«Veramente noi l’abbiamo contattata prima dell’estate, ancora a maggio. E l’abbiamo voluta perché è simpatica, ha forte carattere, personalità e voglia di imparare».
In qualsiasi caso, dopo lo scandalo vallettopoli, è un nome di facile richiamo per il pubblico, a prescindere dalle qualità artistiche... Che cosa farà?
«La tv è piena di persone che non sanno fare nulla. Elisabetta e anche Sara Varone (fidanzata dell’ex marito di Sabrina Ferilli, Andrea Perone) sono ironiche, autoironiche e con grandi potenzialità. Per loro stiamo studiando un inserimento in diversi momenti sia nei giochi sia nel talk».
Visto che nel suo show ospita una delle protagoniste, cosa pensa dello scandalo scoppiato in Rai?
«Che sia emerso il 20 per cento di quello che succede. Ma che è vergognoso pubblicare sui giornali queste cose così private della vita di una persona».
Tanto spazio ai reality, non ce ne sono già troppi in onda?
«Se alla gente piacciono, perché non parlarne? Credo che abbiano ancora molto da dire. È la moda televisiva del momento, poi passerà. E poi si deve lavorare in sinergia con la rete. Comunque, c’è il telecomando: ognuno può scegliere cosa guardare».
La domenica pomeriggio ora è dominata dalle donne: Lorena Bianchetti su Raiuno, la Ventura su Raidue, lei su Canale 5...
«Meglio così.... credo ci sia spazio per tutte e comunque io non faccio mai un programma contro qualcuno. Non c’è più Mara Venier: mi spiace per lei, ma è meglio per me! Anzi vorrei averla come ospite».
Quest’estate ha fatto scalpore una copertina con lei in topless in barca: è rimasta male per le foto rubate?
«No, mi sono arrabbiata con me stessa. Non ci si mette in topless a quarant’anni! L’ho fatto perché non sopporto i segni delle spalline ed ero in una caletta così nascosta che non pensavo proprio potesse beccarmi un paparazzo. Peggio per me. Non lo faccio più».