Al MiArt Furto da 50mila euro sparita la Piramide di Pomodoro

Una ragazza. Che ha afferrato la scultura «Piramide» di Arnaldo Pomodoro - l’opera in bronzo del 2002, alta 35 centimetri, valore 50mila euro e riportante la firma dell’artista, esposta in questi giorni al MiArt (la mostra mercato dell’arte moderna e contemporanea) - l’ha infilata nella borsetta e se l’è portata via. Il furto è stato scoperto ieri pomeriggio alle 15 dal titolare dello stand che esponeva l’opera, Vittorio Poleschi della Poleschi Arte, proprio mentre si accingeva a mettere via le opere visto l’approssimarsi della chiusura (il MiArt ha chiuso i battenti ieri alle 18). Una volta avvertiti i carabinieri, però, la scoperta più sconvolgente è stata che il furto era stato commesso il giorno prima, domenica 19, alle 20. Non c’è dubbio perché la ladra dalla manina sottile e veloce è stata immortalata dai filmati delle telecamere. Che mostrano il volto di una ragazza conosciuta nell’ambiente: insomma, non è stata una sconosciuta a far sparire la scultura (numerata 478 e quindi difficile da vendere). Adesso bisogna solo trovare la signorina e bloccarla. Insieme alla «Piramide».