Mibtel ai massimi dal 2000

Raffica di record per gli indici di Piazza Affari: mai così in alto dalla sua introduzione nel giugno 2003 l’S&P/Mib, in rialzo dello 0,47% a 42307; massimo storico per il Midex (più 0,63% a 42847 punti) e per l’All Stars (più 0,75% a 17401), mentre il Mibtel ha chiuso a 32496 punti, in rialzo dello 0,55%, sui livelli del novembre 2000. In evidenza Unicredit, il titolo più scambiato del listino (controvalore di 392 milioni rispetto ai complessivi 4,134 miliardi della seduta); fra i bancari, in flessione alcune popolari (Bpm meno 0,74%, Bpi meno 0,9%, Popolare Verona e Novara meno 0,95%), in rialzo Intesa Sanpaolo (più 0,87%). Performance positive, fra gli energetici, per Aem (più 0,97%) ed Edison (più 3,70%) mentre scende, in attesa di novità sul fronte dell’integrazione con l’ex municipalizzata milanese, Asm Brescia (meno 0,41%). Parmalat, inizialmente in netto rialzo dopo l’accordo raggiunto in Usa per un risarcimento da parte di Deloitte, ha poi ridotto il vantaggio chiudendo a più 0,18%; fra gli editoriali salgono Rcs (più 0,63%), Mediaset (più 0,48%), Mondadori (più 0,65%), L’Espresso (più 0,48%). Performance di rilievo per Bulgari, in rialzo del 4,23 per cento.