Al Micca club un fine settimana «beat»

Una Pasqua «beat» al Micca club di via Pietro Micca 7a. Da oggi a domenica si svolgerà un mini-festival della musica e della cultura degli anni Sessanta denominato - in clima con le festività - «La Résurrection du beat». Per tre sere sul palco di uno dei locali più originali della scena romana si esibiranno sei band e una decina di dj, per la gioia del popolo dei nostalgici. Si parte questa sera con il dj set di Alessandro Casella, direttore artistico e reisdent dj del Micca. Poi l’esibizione «live» di The Victorians, un gruppo romano ispirato alle sonorità beat e The Higher State, band londinese degli Higher State tra le realtà più interessanti della fertile scena 60s europea. Prima e dopo i concerti dal vivo, si alterneranno in consolle dj accomunati dalla passione beat: il duo delle Female Trouble, Danny Boy, Dante Fontana e un ospite straniero: il dj belga Yourek Beatnik. Domani le esibizioni «live» dei veneti Mastica e dei piacentini Titty Twisters Orchestra. I primi sono considerati la migliore band psichedelica e i secondi sono un gruppo garage/punk/rock’n’roll. Anche i dj arriveranno a Roma dal nord Italia: si alterneranno in consolle Gazza, Mike Painter e Henry di Milano; Daniele Reale di Mestre e Michael Myers di Trieste; a fare gli onori di casa il dj Danny Boy. Domenica infine due band che si ispirano agli «spy movies» degli anni Cinquanta: i belgi Kriminal Hammond Inferno e gli svizzeri Men from S.P.E.C.T.R.E. Quindi un dj set con alcuni degli ospiti delle precedenti serate. Ogni serata sarà aperta dalla proiezione di un filmato-documentario sull’attore di «noir» John Philip Law. Dalle 22. Ingresso alle singole serate: 10 euro previo inserimento in lista. Le tre serate 15 euro. Info 0687440079 e www.miccaclub.it.