Miccichè eletto presidente dell’Assemblea

Disponeva di 55 voti su 90, ne ha ottenuti 54, ma quello mancante per Gianfranco Miccichè, neoeletto presidente dell'Assemblea regionale siciliana, rappresenta un cruccio: «Non era il caso di insistere, ma il voto non attribuitomi era mio», dice in una conferenza stampa nella sala Rossa di palazzo dei Normanni. Dopo quattro elezioni alla Camera, compresa quella di aprile, l'ex ministro allo Sviluppo del governo Berlusconi torna in Sicilia per sedere sullo scranno più alto Parlamento siciliano. Lo fa dopo una campagna elettorale che ha creato divisioni in Forza Italia e fatto insorgere malumori anche tra gli alleati. An, infatti, non avrebbe voluto cedere la presidenza dell'Ars, che aveva da due legislature, e fino a poche ore prima che iniziasse la seduta a sala d'Ercole non aveva ancora sciolto la «riserva».