Da Michael Bolton a Patti Smith più di cento eventi sotto l’albero

Il budget del Comune per le feste di Natale è di 884mila euro, due milioni offerti dagli sponsor

Anche senza neve, sarà un Natale coi fiocchi. Il Comune ha messo in cantiere la bellezza di 115 eventi sparsi in città, periferie comprese. Il budget, che ha ottenuto venerdì il via libera della giunta, ammonta a 884mila euro, ma al contributo di Palazzo Marino si aggiungono altri due milioni di euro messi a disposizione dagli sponsor. Una sintonia tra pubblico e privato che regala ai milanesi una buona dose di musica, spettacoli e occasioni per divertirsi. Star del concertone di Natale in piazza Duomo, la sera del 22 dicembre, sarà Michael Bolton, che si esibirà gratis per tutti accompagnato dai sessanta elementi dell’Orchestra Sinfonietta di Ennio Morricone. Ancora da scegliere invece - ma dovrebbe essere quella di piazza Aquileia - la chiesa che si riempirà dei fan di Patti Smith, fiore all’occhiello della rassegna «Musica nei cieli», una ventina di concerti in altrettante chiese distribuite tra tutte le zone.
La parola d’ordine per la Galleria, quest’anno, è «ordine». Niente albero addobbato con le creazioni di Swarosky a cui milanesi e turisti avevano fatto ormai l’abitudine, e basta anche alle capanne. A disposizione delle associazioni sarà allestito in piazza Duomo un elemento in ferro-vetro, mentre la mostra della Tazzinetta Benefica avrà la tradizionale collocazione al lato sinistro del Duomo.
Per il clou degli eventi l’indirizzo è ai giardini di via Palestro, dal 7 dicembre al 6 gennaio (forse anche un po’ oltre). Lì nascerà un vero e proprio «Villaggio del Natale», con ludoteche, iniziative per grandi e bambini e la pista di pattinaggio sul ghiaccio, che quest’anno ospiterà anche gare e concerti. Ancora in forse invece l’ipotesi di un patinoire «galleggiante» in Darsena, in Comune non sono ancora certi di riuscire ad allestirla in tempo.
Si sposta dal Vigorelli a piazza del Cannone invece la sede dello Snowpark: non sarà esattamente come andare sulle piste di montagna, ma le discese sulla neve artificiale l’anno scorso hanno trascinato agli impianti «di città» migliaia di persone con gli sci in spalla. In piazza del Cannone dovrebbe concentrarsi anche la grande festa di capodanno all’aperto, che il Comune sta finendo di organizzare nei dettagli, ma non mancheranno iniziative in luoghi adatti ai più anziani e in periferia.
«Il Natale è legato come sempre alla solidarietà, allo svago e all’intrattenimento - commenta l’assessore comunale ai Grandi eventi, Giovanni Terzi -. Milano ancora una volta dimostra di essere capace di fare e di farsi del bene. Ringrazio le associazioni e i privati che hanno voluto collaborare con il Comune affinché il Natale fosse ancora più ricco e di qualità».