Michael Douglas: "Ho un tumore ma sono ottimista"

L'attore annuncia di avere un tumore alla gola: dovrà sottoporsi a chemioterapia e radioterapia per un periodo di due mesi e gli hanno consigliato di ricoverarsi in ospedale 

Michael Douglas ha un tumore alla gola. I medici che gli hanno diagnosticato la malattia pensano che l’attore dovrà sottoporsi a chemioterapia e radioterapia per un periodo di due mesi e gli hanno consigliato di ricoverarsi in ospedale. È quanto ha raccontato alla rivista People il portavoce dell’attore. Douglas, 65 anni, sposato con l’attrice Catherine Zeta-Jones dalla quale ha avuto due figli, in una nota fatta avere alla rivista si è dichiarato comunque «molto ottimista». Nato negli Usa nel settembre 1944, il popolare attore è figlio d’arte: attrice era la madre, l’inglese Diana Dill e attore era il padre, il celeberrimo Kirk. Così, dopo una laurea in drammaturgia alla University of California, Michael si trasferì a New York per dedicarsi a tempo pieno alla recitazione. Dopo qualche comparsa fece il suo esordio con «Hail, Hero!» nel 1969, ma si fece conoscere soprattutto grazie al piccolo schermo con la serie «Le strade di San Francisco». Già nel 1975 però avviò un’attività parallela di produttore portando sugli schermi «Qualcuno volò sul nido del cuculo» che gli frutterà il primo Oscar per il miglior film. Un riconoscimento che gli verrà attribuito anche nel 1988 quale migliore attore protagonista per «Wall Street» (di cui è imminente il seguito). Molti i titoli di successo che ha interpretato, da «Sindrome cinese» a «Il gioiello del Nilo», da «Attrazione fatale» a «Vite sospese», da «Coma profondo» a «Basic istinct», dalla «Guerra dei Roses» a «Un giorno di ordinaria follia».
Michael Douglas si è fatto notare non soltanto come attore ma anche per i suoi interventi a scopo umanitario: nel 1998 infatti il segretario delle Nazioni Unite Kofi Annan l'ha nominato messaggero di pace, come fondatore della «Michael Douglas Foundation» (organizzazione non-profit) che si pone lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica sul disarmo nucleare, la tutela dei diritti umani e la salvaguardia dell'ecosistema.