Michelin scivola a Parigi

L’incertezza ritorna a prevalere nelle Borse internazionali, e New York non riesce più a beneficiare neanche degli annunci di nuove scalate societarie. Al Nyse in difficoltà General Motors (meno 4,6%) per le previsioni di minori vendite nell’anno in corso. L’acquisto di una divisione di Intel da parte di Marvell penalizza quest’ultima del 12,9%; tra i titoli che chiudono in positivo, Univision Comm. prosegue nel rialzo (più 7%), dopo l’acquisto da parte della cordata, guidata da Saban. Tutte in «rosso» le piazze europee, con Stoccolma, Amsterdam e Francoforte che perdono oltre l’1%. Sulla piazza tedesca pesanti Continental e Tui che arretrano intorno al 3%, per il trend negativo del settore pneumatici. In calo maggiore Linde, che cede il 3,7%. A Parigi scivola Michelin (meno 2,6%), ma nuovo tracollo di Eads di oltre il 3%; negli assicurativi, Axa recupera l’1,4%. A Londra ripiegano i titoli minerari, con Partygaming in calo del 3,7% e Xtrata del 2,6%.