Mici da ridere e cacciatori di teste: al cinema le vacanze sono già finite

In attesa delle annunciate anteprime, nelle sale romane da ieri sono arrivati due film che prevedono buoni incassi: Garfield 2 (con la voce di Fiorello) e l’acido Domino

Alessandra Miccinesi

Ciak: il cinema non va in ferie. In attesa delle annunciate anteprime (da Slevin-Patto criminale a Superman returns), a confermare la vitalità della settima arte anche d’agosto è l’uscita nelle sale romane di due pellicole molto attese: Garfield 2 e Domino. Il primo, ennesimo appuntamento per i fan del micio a pelo arancione re dei fumetti, è una divertente commedia degli equivoci esaltata dal doppiaggio che vede ancora impegnato al microfono (stavolta su un doppio fronte) lo showman Fiorello. Giunto in Inghilterra con il suo padrone bipede, il sornione Garfield si troverà muso a muso con un sosia: Principe. Un micio «quasi» identico a lui, con sangue blu nelle vene e un campionario di buone maniere da far venire i brividi al gatto da sofà, che un perfido lord vuole eliminare per arraffarne l’eredità milionaria. Toccherà al sornione Garfield, che gli sceneggiatori (senza lavorare troppo di fantasia) sostituiscono al gatto blasonato nel classico ed esilarante scambio di ruoli, sistemare il cattivo e sigillare il classico happy end. (Adriano, Atlantic, Barberini, Gulliver, Cinestar, Jolly, Lux, Maestoso, Savoy, Roxy, Stardust, Tristar, Uci, Warner Parco de’ Medici).
Esagerato, esasperato, esaltante. In una parola Domino. L’ultimo film di Tony Scott (fratello del cineasta Ridley) è un tripudio di sequenze acide che sposano il virtuosismo tecnico al brivido adrenalinico. Grazie alla martellante regia da videoclip (una sequela di immagini violente, sporcate e affastellate in un montaggio frenetico) la pellicola riesce a conciliare la suspense della finzione al dramma di una storia vera. Quella di Domino Harvey, professione cacciatrice di taglie, morta a Los Angeles nel 2005 all’età di 35 anni. «Domino non ha mai smesso di ispirarmi negli ultimi 12 anni - dice di lei Tony Scott -. Era uno spirito libero come non ne ho mai più incontrati». Il film racconta la trasformazione di una rampolla allergica alle regole del jet set che si affilia a una banda che cattura malviventi. Domino (Keira Knightley), Ed (Mickey Rourke), Choco (Edgar Ramirez), e Alf (Rizwan Abbasil) sono i cacciatori di taglie più famosi della tv: per loro un cinico produttore (Christopher Walken) ha ideato un roboante reality show, ma qualcosa va storto e nel programma viene coinvolta prima la mafia e poi l’Fbi. (Adriano, Atlantic, Lux, Barberini, Cinestar, Tristar, Gulliver, Jolly, Odeon, Reale, Roxy, Savoy, Stardust, Uci, Warner Moderno e Parco de’ Medici).