Microblogging made in Italy: Meemi

Il microblogging è una forma di
pubblicazione costante di piccoli contenuti in Rete, sotto forma di
messaggi di testo o contenuti multimediali

Abbiamo già parlato in passato di microblogging presentando le ultime novità in questa effervescente nuova tendenza del web moderno.

Il microblogging, per chi ancora non lo sapesse è una forma di pubblicazione costante di piccoli contenuti in Rete, sotto forma di messaggi di testo o contenuti multimediali. Questi contenuti sono pubblicati in un servizio di Social Network, visibili a tutti o soltanto alle persone della propria community.

Tralasciando per un attimo giganti quali twitter, tumblr o friendfeed oggi voglio presentarvi Meemi (http://www.meemi.com) e HelloTXT: il primo è un servizio di microblogging creato qui in Italia da Enrico, un ragazzo che abita in provincia di Milano, mentre HelloTXT è un servizio web che permette di postare i propri contenuti contemporaneamente su più piattaforme.

Il primo agosto Meemi festeggia il secondo compleanno di questa piattaforma “a gestione familiare” (ma comunque efficiente e molto frequentata) lanciando una nuova grafica curata e la possibilità di visualizzare i messaggi come discussioni (thread) che come flusso naturale (stream). Ovviamente, vista la diffusione dei dispositivi mobili è stata presentata una nuova versione mobile (http://meemi.com/m/), accessibile da iPhone e smartphone avanzati.

State cercando una community 2.0 italiana perché twitter è troppo “inglese-centrico”? Dai un’occhiata a Meemi non rimarrai deluso!

Sei fedele a twitter, friendfeed, ecc… Ma non sai sceglierne uno da utilizzare più degli altri? Con HelloTXT il problema non si pone: puoi scrivere contemporaneamente su più social network ed aggregare i contenuti dei tuoi amici senza perdere nemmeno una virgola.

Il web è in fermento e l’Italia non sta certo a guardare. Questi due servizi rappresentano casi di eccellenza, ma molti ragazzi (e ragazze) lavorano con profitto in questo campo. Non guardiamo sempre e solo agli USA… Anche qui da noi ci si da da fare!

Francesco Napoletano | Napolux dello staff di Uni-Fi Srl