Microcar nel mirino: sequestri e multe

Quarantasette contravvenzioni e 18 mezzi sottoposti a fermo. Questo l’esito dei controlli dei carabinieri sulle microcar, usate dai giovanissimi.
Le numerose infrazioni al codice della strada che sono state contestate vanno dalle modifiche tecnico-costruttive, per esempio allestimenti particolari, alla sostituzione degli scarichi con utilizzo di altri non omologati al fine di guadagnare in potenza e, quindi, in velocità e ripresa, irregolarità delle luci, modifica delle prestazioni, utilizzo di vetri scuri e di pellicole oscuranti, e soprattutto, il trasporto di passeggeri a bordo dei quadricicli.
Il trasporto, infatti, è sempre proibito a conducenti minorenni e la violazione è sanzionata con una contravvenzione e il fermo del mezzo per trenta giorni, con le relative ulteriori spese di trasporto e custodia che ne conseguono. Quest’ultima infrazione è stata la più contestata considerando che è stata rilevata sulla metà delle macchinine fermate.
Le zone di Roma dove i controlli sono stati più frequenti in questi giorni, sono state quelle del centro, Parioli ed Eur, ma nelle prossime settimane gli accertamenti verranno estesi anche ad altri quartieri della capitale.
Ieri il comandante generale dei vigili urbani, Angelo Giuliani, invece, ha evidenziato che nei primi 10 mesi del 2008 a Roma le multe fatte dalla municipale sono diminuite del 6,84 per cento e le rimozioni del 23,32.