Microsoft, ricorsi Ue

La Commissione europea ha ricevuto dei nuovi «reclami informali» dai concorrenti di Microsoft per il suo comportamento sul mercato Ue. La notizia, rivelata dal commissario europeo alla Concorrenza Neelie Kroes in un’intervista al New York Times, è stata confermata dal suo portavoce, Jonathan Todd, secondo cui i servizi di Bruxelles «stanno analizzando i ricorsi per decidere se aprire una nuova procedura». Intanto l’Antitrust «intende fare applicare» la decisione del marzo 2004.