Microsoft, ricorso anti Ue

Microsoft ricorre contro la maxi multa da 280 milioni di euro inflittale in luglio dalla Commissione Ue. La denuncia - ha reso noto uno dei portavoce del colosso Usa - è stata già consegnata al Tribunale di prima istanza della Corte di giustizia europea. La vicenda risale al 2004, quando l’allora commissario alla Concorrenza, Mario Monti, condannò Microsoft per abuso di posizione dominante, imponendole una serie di «rimedi». La sanzione in particolare riguarda il periodo 15 dicembre 2005-20 giugno 2006.