Microsoft verso l’Opa ostile su Yahoo

da Milano

Microsoft sta per decidere una mossa decisiva nella sua scalata su Yahoo. Lo rivela l’amministratore delegato Steve Ballmer, secondo il quale quella di rinunciare all’offerta da 42 miliardi di dollari è una delle «tre opzioni» che la Microsoft sta valutando. Secondo il New York Times, Microsoft ha aumentato l’offerta «di moltidollari per azione».Il Wall Stret Journal rivela invece che Microsoft, in realtà, starebbe per optare per una scalata ostile, ma su questo non giungono conferme da Seattle. Altre fonti riportano un possibile accordo tra Yahoo e Google per la pubblicità online e riferiscono che questa intesa non fermerebbe Microsoft.
Ballmer spiega che l’acquisizione di Yahoo fa parte di una strategia per battere proprio Google. «Yahoo - dice Ballmer - non è la strategia, ma è parte della strategia. Abbiano interesse a pagare una certa cifra - aggiunge - e non andremo sopra quel livello».
Microsoft ha anche considerato l’idea di destinare un milione e mezzo di dollari per trattenere al lavoro i dipendenti di Yahoo nel caso di acquisto della Internet company. La cifra di un miliardo e mezzo è stata all’ordine del giorno in una comunicazione tra i consiglieri giuridici di Microsoft e Yahoo, ed è venuta alla luce quando un legale che rappresenta Yahoo ne ha parlato il 24 marzo scorso in un’audizione presso una sezione dell’Alta corte di giustizia del Delaware. Edward Welch, l’avvocato che rappresenta Yahoo, ha anche detto che i 1.000 licenziamenti attuati da Yahoo a febbraio sono gli unici previsti dall’azienda..