Microsoft Con Windows Phone riparte la guerra alla Apple

Riparte la rincorsa di Microsoft ai sistemi operativi per telefoni cellulari. Ieri la società guidata da Steve Ballmer ha presentato a New York e con eventi mirati nei singoli paesi, in Italia al 31° piano del grattacielo Pirelli di Milano, la nuova versione di Windows Phone 7 che uscirà in autunno che porta il nome in codice di Mango. Il nuovo software ha obiettivi ambiziosi: primo tra tutti guadagnare quote di mercato nei confronti di Android e Apple. Fino a oggi, infatti, Windows Phone non ha sfondato: su 100 milioni di smartphone venduti, solo 1,6 milioni è equipaggiato con il software di Microsoft. E anche sul fronte delle applicazioni il piatto piange. La società fondata da Bill Gates per ora ha solo 18mila applicazioni disponibili nel suo market, mentre Apple ne ha già oltre 500mila approvate per quello che resta il principe degli smartphone, ossia l’iPhone di cui presto uscirà una versione numero 5. Il nuovo software Microsoft, disponibile per tutti i produttori di cellulari, e che dovrebbe essere montato entro la fine dell’anno anche sugli smartphone Nokia con cui la società di Redmond ha stretto un accordo alcuni mesi fa, promette comunque 500 innovazioni e una più stretta integrazione con i social network oltre alla possibilità di usare più applicazioni contemporaneamente. Inoltre, sarà possibile fare ricerche in rete mirate rispetto al luogo in cui ci si trova per reperire ristoranti, negozi e spettacoli. Per rendere il cellulare sempre più inteliggente e multifunzioni.