MICROSOFT

Giudicando insufficiente la documentazione ricevuta sulla questione della presunta posizione dominante di Windows nel settore del software, la Commissione Ue ha dato alla Microsoft un ultimatum al 23 novembre per presentare alle compagnie rivali i codici sorgenti del sistema operativo. Lo ha reso noto la stessa Commissione dopo aver stabilito che il gruppo di Redmond non ha inviato informazioni «complete e accurate» alle società rivali. «A oggi la Commissione non ha ricevuto la completa documentazione richiesta per ottemperare alle decisioni nel 2004», ha comunicato Bruxelles, precisando che Microsoft rischia una multa giornaliera fino a 3 milioni di euro dal 31 luglio.