"Le mie foto hot nella "bibbia" Io minacciata da quei maiali"

Una delle ragazze nominate nel dossier porno: "Hanno rubato le mie foto e mi hanno ricattato. La polizia postale sa tutto, ma non ha ancora fatto nulla"

"Io sono una di quelle le cui foto sono nella 'bibbia'. E volevo raccontarvi la mia storia". Ci contatta così Veronica, nome di fantasia di una delle ragazze coinvolte nell'enorme archivio online di immagini e video pornografiche e pedopornografiche. Nelle sue parole si percepisce il desiderio di rivalsa, forse anche di vendetta. Ma senza cattiveria.

"Tutto è partito questo gennaio - racconta - quando un account nominato 'camino di pietra' pubblica in un gruppo segreto di Facebook alcune mie foto e il mio nome. Comincio così a ricevere centinaia di richieste di amicizia online. Poco dopo ho scoperto che qualcuno aveva crackato il mio computer". Ottenendo l'accesso alle sue foto personali. "Le avevo fatte con il mio ex ragazzo - aggiunge - ma nessuno poteva vederle e di certo io non le ho mai inviate a nessuno"

Conoscevi chi ti ha rubato quelle foto?
"Non direttamente, si presentava con un profilo Facebook falso. Ma lui conosce me: ha voluto farmi un enorme dispetto".

Di cosa ti minacciava?
"Di rovinarmi la vita, se non avessi acconsentito a divetare sua".

Che cosa hai provato quando hai scoperto che quelle foto erano diventate pubbliche?
"All'inizio paura. Poi il terrore si è trasformato in rabbia: solo così sono riuscita a reagire".

Le immagini, però, sono diventate famose nel tuo paese...
"È stato il momento peggiore. Grazie al cielo chi mi conosce sa chi sono veramente, ma è stata una bella botta".

Poi è arrivata "la bibbia". Cosa hai provato?
"Vergogna pura...Di casini nella mia vita ne ho fatti tanti, ma questa è stata davvero la cosa peggiore che mi potesse capitare".

L'uomo che ti ha rubato le foto potrebbe essere lo stesso che ha creato "la bibbia"?
"Secondo me è stata creata da altre persone, come gli amministratori dei gruppi Facebook "welcome to favelas" a "#acazzzoduro" ecc..Le foto che circolano all'interno dei questi gruppi, condivise da ex fidanzati vendicativi, maiali e pervertiti, sono le stesse presenti nelle cartelle della 'bibbia'. Ho parlato con uno degli amministratori di welcome to favelas...è ai domicialiari".

Tu allora hai sporto denuncia. Ma non ha portato a buoni risultati...
"Sono passati quattro mesi da quando sono andata dalla poilizia postale. Ma non hanno ancora concluso nulla. Io in 4 mesi potevo gia essere morta".

Quindi la polizia era già da tempo a conoscenza della "bibbia 3.0"?
"Lo ha saputo quando sono andata a denunciarlo. Quanto ci vuole a scoprire il colpevole? Io voglio sia punito".

Secondo te perché non sono intervenuti?
"Mi hanno risposto che sono maggiorenne, che se c'erano minorenni era diverso. Così mi sono messa a cercarle e gli ho portato le prove di ragazze minori nella "bibbia". Ma la risposta è stata la stessa: 'Ci vuole tempo'. Mi viene una rabbia...perche senti: sono daccordo che ci siano ragazze a cui va bene essere li sopra, ma chi ruba file personali non può passarla liscia. Sono persone pericolose: quante bimbe si uccidono per scandali simili?"

Pensi che ilGiornale.it abbia fatto bene a scrivere questi articoli?
"Il fatto che vi stiate muovendo per me è una soddisfazione. Grazie. Perche non tutte le ragazze sanno di essere finite nella 'bibbia'. Forse riusciamo a smuovere qualcosa".

Grazie di tutto.
"Una sola richiesta":

Dimmi.
"Non nominarmi nell'intervista. È già abbastanza difficile così".

Commenti
Ritratto di elkid

elkid

Sab, 07/05/2016 - 18:16

---due peccati originali cara ragazza-----il primo è senza dubbio fare le clip col proprio ragazzo---ma che senso ha?--se non ti filmi godi solo a metà?------il secondo errore --forse più grave---mai tenere dei file sensibili conservati sull'hard del pc in uso---un hard esterno no? chiavette e quant'altro?--hasta siempre

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 07/05/2016 - 18:20

Ma chi ti credi di essere "veronica" mica sei la PRESIDENTA, per la quale la "famosa" polizia Postale ha RISOLTO il tutto in un DECIMILLESIMO DI SECONDO!!!lol lol RICORDI!!! Se vedum.

baio57

Sab, 07/05/2016 - 18:22

"....erano foto fatte col mio ragazzo..." Seeeeeeee !!!

pellizza1973

Sab, 07/05/2016 - 18:33

ma per favore craccato il pc....sei la solita **** che ham ndato el foto al primo che capita

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Sab, 07/05/2016 - 18:34

siete una congrega di censori da strapazzo

Ritratto di Ventoverde

Ventoverde

Sab, 07/05/2016 - 18:35

Avete fatto bene a denunciare il fatto sembra che abbiate scoperto l'acqua calda. Questa è solo una goccia in un mare di perversione e il famigerato motto "internet is for porn" dovrebbe dirla lunga.

Kimjonhung

Sab, 07/05/2016 - 18:40

ummm mi sembra sempre piu' una bufala internettiana e giornalistica...

Beaufou

Sab, 07/05/2016 - 18:51

Be' di cosa si lamentano, queste qui? Hanno fatto foto compromettenti, e si sa che le foto è facilissimo farle circolare in rete. Non è corretto, ma la rete è tutto fuorché correttezza. Per me, se la sono cercata, è inutile che facciano tanto le schizzinose.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 07/05/2016 - 19:13

Stupida gioventù, piena di vizzi e di pregiudizzi. MA LA COLPA DI TUTTO QUESTO VA SOPRATUTTO AL GOVERNO, I SUOI RAPRESENTANTI, CHE TANTO INTENTI SONO A RUBARE, DAL DANARO PUBBLICO CHE SI DIMENTICANO LA COSA ESENZIALE,DI FAR CONOSCERE ALLA GIOVENTÙ I VALORI DELLA VITA!!! QUELLA GIOVENTÙ CHE UN DOMANI SARÀ A CAPO DI QUESTO GOVERNO E CON MOLTA PROBABILITÀ, FARÀ LORO VEDERE I SORCI VERDI!!!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 07/05/2016 - 20:04

Dunque, se la denuncia é partita 4 mesi fa, mi chiedo, e si chiedono tutti: che ca770 ha combinato fino ad ora la polizia postale ???? Per legge qualsiasi notitia criminis deve, ripeto deve, una volta venuti a conoscenza,entro 48 essere riferita al pm. Dunque si suppone che quel pm é stato reso edotto della situazione. In questi 4 mesi che ca770 ha fatto???Era in altre faccende affacendato???? Sarebbe giusto conoscere, consideranto il fatto che provvediamo noi contribuenti a fornirgli lo stipendio ed i mezzi per indagare.

Carboni oreste

Sab, 07/05/2016 - 20:21

Ma piantala cercatrice di.... La vostra generazione,come quella precedente della quael fanno parte i miei figli(1 maschio 2 femmine)al contrario di noi,che ci insegnavano cio' che e' giusto o sbagliato,rifiutate i consigli e continuate a vivere con la ixxxxxxxe tesi dell'imbonitore per antonomasia.Provare x credere. Io non ho bisogno di provare perche' so cio' che e' sbagliato. Secondo il vostro modus credendi,ti chiedo. Hai provato a spararti un colpo in testa e poi raccontarci l'emozione che hai provato?

Una-mattina-mi-...

Sab, 07/05/2016 - 21:10

PERDONATE, sarà l'età. Mi pare di capire che lo smaialeccio adolescenziale, nel caso in ispecie di una maggiorenne, si sia attivato grazie al furto di immagini pornografiche ritraenti una giovane donna arrapata o quant'altro. Ma scusate: da dove verza (o cavolo, fate voi) gliele hanno rubate le foto, dal comodino della cameretta?

MassimoR

Sab, 07/05/2016 - 21:18

beh se fa le foto mentre scopa col suo ragazzo nonndi lamenti poi...

claudio63

Sab, 07/05/2016 - 21:37

io non trovo nulla in contrario a chi si espone piu o meno sulla rete. trovo stupido e oltraggioso chi definisce le donne che si espongono bagasce, ancor piu' quando minorenni;tipica rappresentazione di uomini che hanno e fanno della donna un oggetto cui usarne a piacimento senza rispetto. oltretutto, chi e' ai domiciliari non dovrebbe avere accesso a canali di comunicazione come FB o internet a cui dovrebbe essere interdetto o visionato dalle forze dell'ordine.

blackindustry

Sab, 07/05/2016 - 21:45

Giusto per precisazione: e' pedofilia e/o pedo-pornografia se riguarda persone fino ai 13 anni compresi. Dal 14o anno in poi e' minorenne ma non si prefigura piu' il reato di pedofilia. Cio' precisato, spero che becchino quelle mer*e infami che hanno rovinato la vita di quelle ragazze, qualunque eta' esse abbiano (soprattutto se piccole). Infami bastar*i.

joecivitanova

Dom, 08/05/2016 - 01:46

..a questo punto quel che è accaduto è accaduto, ogni commento è perfettamente inutile e gratuito; se questa ragazzina chiede veramente aiuto, va aiutata dalla polizia e da chiunque è in grado di farlo e basta, punto. G.

rudyger

Dom, 08/05/2016 - 08:01

libertà, libertà ! quante stragi ed assassinii vengono fatti in tuo nome. L'uomo lasciato libero è peggiore delle bestie.

Ritratto di Situation

Situation

Dom, 08/05/2016 - 08:39

forse mi sono perso qualcosa: ma chi è quella deficiente che posta in rete le sue foto spinte? quando qualcuno mi darà una risposta vi dirò dove ricoverare la scemetta. In rete c'é di tutto e tutti lo sanno quindi.................è una perseveranza diabolica.

Ritratto di walterterza

walterterza

Dom, 08/05/2016 - 09:06

Ma se uno è agli arresti domiciliare e comunica con l'esterno, non gli vengono revocati e finisce in galera?

pasquinomaicontento

Dom, 08/05/2016 - 19:13

Domanda :-Secondo te perchè non sono intervenuti?...risposta:-Perchè sono maggiorenne- Riflessione :-Allora sapevi quello che facevi?- Mbè, insomma, comunque,forse... -Te cianno mai mannato a quer paese-'ndo le mignotte te le puoi capà-er primo cittadino è Ortonese-se chiama Rocco e piace...a mammà.

IVANKA

Lun, 09/05/2016 - 07:29

A questa le hanno crackato il computer, ammesso e non concesso. In rete ci sono le foto e i filmati messi apposta da queste che si sono riprese nel loro bagno di casa o nella loro cameretta. Hanno poi messo tutto sui social di proposito e deliberatamente, qualcuno ha preso tutto questo materiale e l'ha classificato, io non me ne intendo ma il reato dov'è? E' ora che imparino e, purtroppo per qualcuno a proprie spese, che bisogna pensare bene a tutte le conseguenze delle nostre azioni. Io credo che sia finalmente una bella lezione. Ci sono troppi cxxxxxi/e in giro!