«Le mie imitazioni? Da morir dal ridere»

«Arrabbiarmi? E perché? Se la devo dire tutta, mi fanno morire dal ridere...». Mariastella Gelmini non se la prende. Anzi, si diverte a guardare in tv chi la imita, chi le fa il verso per strappare una risata. Da Paola Cortellesi (nella foto) a Caterina Guzzanti, tanto per citarne alcune. E così, a margine del Consiglio dei ministri che ieri pomeriggio ha dato il via libera a due provvedimenti sull’università, la titolare all’Istruzione smonta così, nei corridoi di Palazzo Chigi, chi la stuzzica al riguardo. Ben venga dunque la satira, altro che irritazione. E che delusione, forse, per chi la immagina restia all’autoironia, per via magari di quell’aspetto serioso che la accompagna ad uscita pubblica. Ma non finisce qui. Tanto che la Gelmini aggiunge un insospettabile particolare. E chiede ai presenti: «Sapete cosa faccio quando penso di “bucare” qualche imitazione?». Silenzio. «Semplice, me le faccio registrare, così poi me le guardo». Ah, ah, ah...