In migliaia tutti pazzi per il rap

Migliaia di fan per la rassegna del rap italiano. Uno dopo l’altro, arrivati a Milano da tutto il belpaese alla spicciolata. Ore 14, un «fiume di gioventù scatenata». Così è iniziata una delle manifestazioni più singolari organizzate negli ultimi tempi, un maxi raduno il cui titolo è: Hip Hop Motel. Luogo dell’appuntamento, il Mazdapalace.
Tanti giovani, tanti giovanissimi; colori, musica senza risparmi di sorta, un’allegria pronta a contagiare chiunque, anche chi di questo mondo sa poco o nulla. Uno «spezzone» di mondo popolato da giovani di tutte le età, dai 14 ai 30 anni. A condurre la maratona di musica, esibizioni acrobatiche e danza sono stati convocati Rido Mc, Esa in compagnia di Tormento.
Per ieri sera, per lo show, erano attesi tanti giovani quanti ne poteva contenere il palazzetto. Dieci ore di concerti non stop, fino alla mezzanotte. Lo spettacolo della «guest star» intorno alle 22,30: lui, l’osannato rapper americano Redman, unico artista straniero del festival. Sul palco erano attesi i «talenti nostrani» del genere, tra questi Colle Der Formento, Club Dogo, Cor Veleno, Inoki, Bassi Maestro, Vacca, Turri, Spregiudicati e Vacca. Una maratona impressionante di energia e...hip hop.