Il miglior corso di laurea in disoccupazione

Dopo lunga e faticosa ricerca, un gruppo di professori universitari disoccupati è riuscito finalmente a trovare una provincia (sulle 105 italiane) che non avesse ancora il suo polo universitario. Sorgerà quindi nell’hinterland di Grosseto il 361° ateneo italico e si chiamerà Fiat, Facoltà Illusionisti Affabulatori e Tuttologi. La nuova avveniristica struttura è stata ricavata in un capannone messo a disposizione dalla Pro Loco di Macchiascandona. Superate le iniziali resistenze dei cacciatori di frodo di cinghiale, che usavano l’area per sagre e libagioni clandestine, il progetto ha riscosso subito un grande successo.
Gli iscritti per l’anno accademico 2006-2007 sono 13, i corsi 222, con materie che spaziano da «Viticoltura» a «Enologia» (con professori in prestito dalla sede irpina della prestigiosa università napoletana Federico II), da «Filiera dell’olio extravergine di oliva» (con specialisti in arrivo da Firenze) a «Profumi, essenze e aromi naturali» (con docenti ad hoc provenienti da Reggio Calabria). Larghissima la scelta anche dei master post-lauream: si va dalla possibilità di seguire on-line una specializzazione in «Bullismo» o in «Ipnosi», a innovative e utilissime materie come «Sceneggiatura di Fiction», «Linguaggi e valori nei Telefilm», «Personal trainer», «Rugby internazionale», «Food Design», «Clownterapia», «Istruzione cinofila» e anche «Gestione dei grandi mammiferi selvatici sulle Alpi».
Grazie alle generose elargizioni di denaro pubblico e a provvidenziali convenzioni con le locali cooperative, il nuovo ateneo può vantare rette interessanti (soprattutto per i promotori dell’iniziativa). I corsi di laurea breve (tre anni) costano 10mila euro al semestre, mentre per le specializzazioni biennali si va da un minimo di 15mila a un massimo di 42mila euro. Molto competitivo anche il piano per il riconoscimento dei crediti formativi: alla Fiat (meglio che al Cepu) fanno punteggio tutte le esperienze lavorative: tre anni di apprendistato a una pompa di benzina corrispondono a 20 crediti (il corrispettivo dell’esame in Scienza degli Idrocarburi), mentre due anni alla cassa di un supermercato ne valgono 30 (quanto Microeconomia e Ragioneria uno).
Ma il vero punto di forza della Fiat è la certezza del risultato: a Macchiascandona si ha la possibilità di scegliere fin dal primo giorno in cosa si desidera essere disoccupato. Senza false illusioni e promesse inattese.
(Ndr: purtroppo le materie dei corsi non sono prodotte dalla fantasia dell’Autrice).
caterina.soffici@ilgiornale.it