Il miglior investimento nasce dal confronto

Sportello e cliente in sintonia: un percorso congiunto attraverso 4 fasi fondamentali

La pluralità dell’offerta dei servizi bancari è una testimonianza del grado di concorrenza raggiunta dal settore. Se da un lato questa ricchezza è sicuramente un vantaggio, dall’altro il cliente, a causa della sua poca consapevolezza delle scelte in materia, rischia di entrare in possesso di prodotti e servizi che non sono adatti a lui: l’obiettivo è, infatti, quello di cogliere le opportunità al meglio, scegliendo quelle più adatte. A questa necessità risponde la Nona iniziativa del Consorzio Patti Chiari nell’area del risparmio. Per farlo occorre definire il «profilo di investitore» (vedi sotto). Successivamente, al fine di fornire al cliente un’informazione immediata sul rischio degli investimenti, la banca suddivide gli strumenti finanziari in classi, dalle meno rischiose alle più rischiose. Il perimetro degli strumenti finanziari coerenti è delineato con una classificazione in base al rischio, fornendo ai risparmiatori informazioni semplici su quali investimenti siano i più coerenti con il loro profilo e quali, tra quelli effettuati, presentano eventuali e significativi disallineamenti. Al momento dell’investimento sarà così consegnata dall’operatore al cliente una scheda titolo, strumento d’informazione che sintetizza in modo immediato le caratteristiche e il livello di rischio dell’investimento scelto: avrà così a disposizione nel momento esatto in cui servono, tutte le informazioni utili a capire il prodotto che intende acquistare. Il profilo dell’investitore può però variare nel tempo in base a nuovi obiettivi, esigenze e progetti di vita, e la banca accompagna l’investitore anche nei momenti successivi all’acquisto dell’investimento. Con «Investimenti finanziari a confronto, capire e scegliere i prodotti finanziari» la banca verifica ogni anno che profilo e investimenti risultino coerenti, in base alle operazioni effettuate. In caso di ripetute e significative incoerenze il cliente sarà contattato per un aggiornamento delle informazioni: il processo avviene automaticamente ogni 5 anni e serve a verificare che il profilo di rischio del cliente a disposizione della banca sia aggiornato.