Mike dottore per lo Iulm: «Allegria!»

Forse non diventerà senatore a vita, ma Mike Bongiorno potrà consolarsi con la laurea honoris causa dello Iulm, l’università che in passato ha omaggiato Alberto Sordi del simbolico pezzo di carta. Il rettore, Giovanni Puglisi, cita Umberto Eco e la sua “Fenomenologia di Mike Bongiorno” per spiegare che il laureando si è ampiamente meritato il titolo di dottore. Ironizza: «Mike è un tipo quasi letterario, è stato maestro di un valore culturale, la tv, che ha cambiato il Paese e ha dimostrato una professionalità diventata punto di riferimento». Mike Bongiorno sarà insignito della laurea in Televisione, cinema e produzione multimediale e l’avvenimento segnerà un po’ l’inizio dei festeggiamenti per i quarant’anni della Libera università di lingue e comunicazione. Il prossimo anno saliranno in cattedra altre personalità famose e arrivate, che con il loro esempio di vita aggiungeranno valore alle materie insegnante. Così, l’architetto Gae Aulenti terrà un corso di Stili architettonici e Marco Goldin, direttore di Linea d’Ombra, ideatore di molte mostre famose, insegnerà Usi e spazi culturali nelle città.
Tra le novità in arrivo (ma nel 2008), l’esame d’ammissione. Spiega Puglisi: «Meglio avere qualche iscritto in meno ma un livello qualitativo maggiore. Io sono costretto a dedicare i primi due moduli all’alfabetizzazione degli studenti. Vediamo cose abominevoli. Scrivono perché con il “per“ e la “K“ anche nei compiti e nelle lettere al rettore...».