Mike: farò Miss Italia solo se ridurranno le serate

Il dentino avvelenato ce l’ha sempre. E non le manda a dire. Del resto sta in quell’azienda da trent’anni, l’ha fondata insieme al padre Silvio e quando il figlio Pier Silvio lancia un applauso per lui e tutta la sala batte le mani all’unisono, Mike ringrazia, racconta aneddoti, ma poi attacca. La Rai gli ha offerto la conduzione di Miss Italia, e lui è molto propenso ad accettare. «Ma sapete che è successo? - racconta agli astanti - mi hanno chiamato i dirigenti di Mediaset per dirmi che li hanno contattati quelli della Rai per chiedermi di fare Miss Italia. E gli hanno risposto: “volentieri”, come se non vedessero l’ora di sbolognarmi... Ma confido che anche quest’anno mi troveranno qualcosa da fare su Retequattro». Mike anni fa sperava di tornare in Rai con un programma sulla storia della televisione italiana («era tutto pronto, pure Fiorello avrebbe partecipato»), ma è contento di presentare il concorso di bellezza. «Però lo farò - dice al cronista - solo se lo cambieranno. Ci vuole una formula più giovane, frizzante. Bastano tre serate soltanto, non cinque dove si ripetono le stesse cose e si rifanno vedere in continuazione le stesse ragazze. In Rai ci vediamo la prossima settimana: se ottengo di ridurre almeno a quattro serate, accetto».