Mike Stern al Blue Note Tomelleri in Salumeria

Franco Fayenz

La serata di domani merita una piccola incursione fuori porta. Il Jazz Appeal in corso presso l’Università del Melo di Gallarate (via Magenta 3, ore 21.30) annuncia un raro Italian Clarinet Summit con Ferrario, Tomelleri, Mesiano e Tarocco, assistiti da quattro strumenti ritmici.
Fra le mura milanesi la Salumeria della Musica (via Pasinetti 2, ore 21.30) propone domani il duo Sellani-Rosa Emilia, mercoledì la Big Band di Paolo Tomelleri e giovedì il settetto Radio Dervish, definito «ricco di varchi fra Oriente e Occidente».
Anche il Blue Note (via Borsieri 37, ore 21 e 23.30, la domenica soltanto 21.30) riapre domani richiamando il chitarrista Mike Stern (in quartetto), già più volte applaudito sul palcoscenico del club. Stern si trattiene fino a venerdì 25, ed è previsto che ottenga un altro caloroso successo di pubblico. Di Stern gli ammiratori gradiscono anche la faccia e il piglio di eterno ragazzo, sebbene abbia ormai 52 anni. In realtà, l’ottimo chitarrista vive tuttora della rendita che gli ha procurato la collaborazione con Miles Davis dal 1981 al 1983. Sabato arriva la biondissima cantante emergente Anne Ducros, che di recente ha licenziato per Dreyfus il cd «Piano, Piano» con Chick Corea, Enrico Pieranunzi, René Urtreger e Jacky Terrasson. Domenica la settimana si conclude con il quintetto di Rosario Bonaccorso che si avvale di Flavio Boltro, Andrea Pozza, Bebo Ferra e Dedè Ceccarelli.
Domenica 27 novembre alle 11 presso il Teatro Manzoni, Aperitivo in Concerto, dopo la Ben Riley’s Monk Legacy Band di di sette giorni prima, offre un nuovo importante appuntamento con il jazz, questa volta "aperto" e di avanguardia: è di scena il celebre trombonista Roswell Rudd con la sua poliedrica Malicool e Mamadu Diabate.