Mike: torno in Rai per raccontare la storia dell’Italia

«Sono molto contento che la direzione della Rai, il presidente, abbia fatto questa richiesta a Mediaset. In fondo è giusto, c’è da raccontare la storia dell’Italia, degli italiani, da quando è nata la televisione. Allora forse io sono il personaggio più giusto, perché ho vissuto tutti gli avvenimenti, quelli tristi, quelli meno tristi, tutte le grandi trasmissioni. Sarà un grosso programma, ci stiamo già lavorando, non comincerà però prima della metà di settembre». Mike Bongiorno ha fatto così il punto sul suo rientro in Rai, intervistato ieri sera a Dopo il Tg1 dal direttore Clemente Mimun. Stimolato da Mimun che gli chiede: «Dimmi la verità, dopo tanti anni, quando si accende la famigerata lucina rossa della telecamera, ti emozioni ancora?». Bongiorno spiega: «Io non mi sono mai emozionato, te lo devo dire, semmai sono preoccupato. Ho vissuto un momento molto drammatico. La prima volta che mi sono veramente emozionato è stato durante la guerra, quando mi misero al muro insieme ad altri per essere fucilato. Quel momento mi ha insegnato a superare qualunque paura».