Il Mil chiede giustizia per le fotocopie «oscurate»

Il Mil, Movimento indipendentista ligure, si ritiene gravemente danneggiato da come si è svolta la campagna elettorale. In pratica Franco Bampi e Vincenzo Matteucci lamentano il fatto che numerosi candidati e partiti, nei giorni in avvicinamento al voto amministrativo, hanno «coperto» gli spazi elettorali del Mil con i loro manifesti. Spazi nei quali, come precisa il Mil non erano affissi veri poster perché «per motivi economici, il Movimento non ha potuto produrre i normali manifesti a colori ed è quindi ricorso alle semplici fotocopie, in bianco e nero, ingrandite in fogli di formato A3, e ad alcuni collage di “santini” a colori» che comunque sono stati affissi negli spazie elettorali riservati. I vicini di cartellone però hanno invaso questi spazi. Per questo ora il Mil chiede per il futuro «una legge severissima per evitare tali prepotenze e l’intervento immediato delle squadre di controllo del Comune».