Milan batte Inter nel derby degli abbonamenti

Milan batte Inter, almeno sugli spalti. A otto giorni dall’inizio del campionato il primo derby della stagione, quello degli abbonamenti, fa sorridere i rossoneri. I tifosi del Diavolo che si sono già assicurati la tessera 2005/06 sono oltre 45mila, quasi diecimila in più dei fedelissimi nerazzuri fermi a 35.600. Ma in via Durini sperano che la campagna abbonamenti si infiammi dopo le sfide di Coppa con Juventus e Shakhtar Donetsk. Una vittoria interista contro i bianconeri stasera nella Supercoppa italiana e il passaggio del turno in Champions League mercoledì potrebbero allungare la coda dei tifosi agli sportelli della Bpm di piazza Meda, dove vengono vendute le tessere. Obbiettivo: superare sottoscrizioni di un anno fa che avevano toccato i 44 mila abbonati alla fine della campagna, chiusa ad ottobre.
Il primo appuntamento al Meazza per i fans della Beneamata è fissato per domenica 28 agosto contro il Treviso, visto che la gara con gli ucraini dello Shakhtar si giocherà a porte chiuse dopo la squalifica del campo per gli incidenti del derby di Champions League dello scorso aprile. Per convincere tutti i tifosi nerazzurri ad andare allo stadio la società del presidente Facchetti ha anche riservato cento posti per i non fumatori: le file 1 e 2 del settore 162 nel primo anello arancio saranno rigorosamente “no smoking”. Nessuna agevolazione per i milanisti che non amano le “bionde”, ma la società rossonera sta valutando una soluzione simile a quella dei cugini ed una decisione dovrebbe essere presa nella prossima settimana.
Mancano ancora più di settemila abbonati del Diavolo per superare le 52.600 tessere della stagione passata, mentre i mini-abbonamenti per la Champions League sfiorano i quattordicimila nonostante non si conoscano ancora le avversarie europee del Milan. Per gli ultrà rossoneri prove generali di tifo e cori domani nell’amichevole al Meazza contro la Sampdoria, l’esordio casalingo in campionato avverrà l’11 settembre contro il Siena.