Il Milan domani a Napoli cerca una vittoria che manca dal '98

Napoli-Milan è l'insolito posticipo del lunedì sera, e in questo caso è anche la sfida più importante del weekend tra le inseguitrici della Lazio. L'anno scorso finì con una rocambolesca rimonta del Napoli, i rossoneri non vincono al San Paolo da 12 anni: allora decise Ganz

Napoli-Milan, posticipo insolito. Anche al calcio italiano viene l'idea del Monday Night , tanto per riempire una delle poche sere rimaste libere ai calcio fili italiani. E questa volta il posticipo del lunedì è addirittura la partita clou della giornata con la sfida diretta tra due delle immediate inseguitrici della Lazio. Napoli-Milan è anche una partita di grande tradizione che si ripropone per la 129.a volta con i precedenti che parlano a favore dei rossoneri: 53 vittorie, 35 sconfitte e 40 pareggi. A Napoli, in particolare, gli azzurri sono però leggermente in vantaggio con 23 successi contro i 22 dei milanesi e 19 pareggi. Pareggi che hanno caratterizzato l'ultima stagione, sia all'andata (2-2 sotto il Vesuvio) sia al ritorno (1-1 a San Siro).
L'ultimo precedente al San Paolo è di un anno fa esatto: 29 ottobre 2009 con il 2-2 fissato dalle reti di Inzaghi e Pato che illudono il Milan in soli 6 minuti del primo tempo, mentre la squadra di Mazzarri realizza l'incredibile rimonta tra il 45' e il 48' della ripresa con Cigarini e Denis. Napoli che gioca con De Sanctis, Grava, Rinaudo, Campagnaro (Datolo), Aronica, Pazienza (Cigarini), Gargano, Maggio, Hamsik, Lavezzi, Quagliarella (Denis). Il Milan di Leonardo risponde con Dida, Abate, Nesta (Kaladze), Thiago Silva, Zambrotta, Amrosini, Pirlo, Pato, Seedorf, Ronaldinho (Flamini), Inzaghi (Borriello).
L'ultimo successo del Napoli sul Milan al San Paolo è dell'11 maggio 2008: finisce 3-1 con i gol di Hamsik (36'), Domizzi su rigore (69'), Garics (90') e Seedorf (91'). Il Napoli è allenato da Reja e gioca con Navarro, P.Cannavaro, Contini, Domizzi, Mannini (Garics), Pazienza, gargano, Hamsik (Montervino), Savini, Lavezzi (Bogliacino) e Sosa. Il Milan di Ancelotti risponde con Kalac, Bonera, Nesta, Kaladze, Favalli (Jankulovski), Gattuso (serginho), Ambrosini, Brocchi (Pato), Kakà, Seedorf, Inzaghi. E con questa sconfitta il Milan butta a mare il quarto posto e la possibilità di andare in Champions, facendosi sorpassare dalla Fiorentina.
Per trovare un successo rossonero a Napoli bisogna risalire invece al 4 gennaio 1998, successo per 2-1 firmato da Leonardo (52'), Ganz (71') e Bellucci (75') per i partenopei. Il Napoli di Galeone, tristemente ultimo in classifica e destinato alla retrocessione in B, gioca con Taglialatela, Crasson, Ayala, Baldini, Goretti, Allegri (Longo), Rossitto, Asanovic, Turrini, Protti, Bellucci. Il Milan di Capello risponde invece con Taibi, Cardone, Desailly, Costacurta, Maldini, Ba, Albertini, Boban, Leonardo (Maini), Ganz (Andersson), Kluivert (Ziege).
La vittoria più clamorosa del Napoli sul Milan è un 4-1 che risale all'88-89, in piena era Maradona: il 27 novembre gli azzurri si impongono con una doppietta di Careca (45' e 78') e i gol dello stesso Diego (42') e di Francini (48') contro un rigore di Virdis (65'). Il Napoli, guidato da un tecnico che è stato anche ex milanista, Ottavio Bianchi, gioca con Giuliani, Ferrara, Francini, Fusi (Carannante), Corradini, Renica (Filardi), Crippa, De Napoli, Careca, Maradona e Carnevale. I rossoneri di Arrigo Sacchi rispondono con Giovanni Galli, Mussi, Maldini, Colombo (Mannari), Tassotti, Baresi, Costacurta (viviani), Rijkaard, Van Basten, Evani, Virdis.
Gli exploit più significativi del Milan a Napoli sono invece due, entrambi rappresentati da due vittorie per 5-1: la prima nel lontano campionato '62-63 con una doppietta di Gianni Rivera e le reti di Mora, Barison e Altafini , mentre per gli azzurri segna Tacchi in uno stranissimo botta e risposta nei primi due minuti di gioco (Rivera al 1' e il napoletano al 2'). Ed esattamente trent'anni dopo, nel campionato '92-93, il Milan di Capello ripete la lezione al San Paolo con un poker di Marco Van Basten, protagonista di una delle sue migliori partite italiane, e una rete di Eranio contro il gol napoletano di Gianfranco Zola che all'84' firma il punto della bandiera.

Nella foto: Maurizio Ganz, protagonista dell'ultimo successo rossonero a Napoli